Champions League, Real Madrid: il Bernabeu non perdona Bale

Il gallese continua a essere il bersaglio preferito dei tifosi. Toni Kroos lo difende: "Non è bello fischiare i giocatori in campo. Non aiuta nessuno".

Bale continua a subire i fischi del Bernabeu

757 condivisioni 11 commenti

di

Share

La pazienza del Santiago Bernabéu nei confronti di Gareth Bale è ufficialmente finita. L'esterno gallese, nonostante stia migliorando costantemente le sue prestazioni in campo, è sempre più il bersaglio preferito dei tifosi.  

Sia in Liga contro il Levante che n Champions contro l'Apoel, il numero 11 è stato affossato dai fischi. Una situazione pesante che non aiuta il giocatore a riconquistare la perfetta forma fisica e psicologica.  

In entrambi i match Bale è riuscito a dare il meglio di sé quando agiva da ala sinistra. In questa posizione è riuscito anche a fornire un assist per Cristiano Ronaldo nel match contro l'Apoel, oltre a diverse verticalizzazioni interessanti sempre per il portoghese. Passaggi illuminanti che non sono stati trasformati in gol dall'attaccante del Real Madrid per questione di centimetri.  

Bale nel mirino dei tifosi del Real Madrid

Bale deve riconquistare il Real Madrid 

Il primo salvagente per Bale lo offrono le statistiche ufficiali dell'UEFA. Il gallese contro l'Apoel ha collezionato 25 passaggi riusciti su 30, quattro conclusioni e due recuperi. Una prestazione che Zidane ha definito ottima:  

Sono soddisfatto della sua prestazione. Bale può giocare in tutte le posizioni dell'attacco. Dopo un infortunio durato quattro mesi occorre tempo per recuperare completamente. Lui ha svolto totalmente la preparazione e senza alcun disagio, giocando quasi ogni partita. Gradualmente migliorerà. 

Lo spogliatoio dei Blancos, poi, è tutto con Bale. Lo dimostrano le parole rilasciate da Toni Kroos al termine della partita di Champions. Il tedesco non ha gradito i fischi rivolti al compagno di squadra: 

Non è bello fischiare i giocatori in campo. Abbiamo dato tutto come al solito e nessuno merita i fischi. D'altro canto questo è il Real Madrid e i tifosi vogliono vedere ogni singolo giocatore dare il meglio. Fischiare è legittimo ma chiaramente non aiuta nessuno. 

Continuano i fischi a Gareth Bale

A quanto pare, però, al tifo più caldo del Real Madrid non bastano le statistiche UEFA e neanche la difesa di Zidane. Dal suo approdo in Liga, il Bernabeu ha chiesto di più a Bale e l'infinito talento del gallese si è sempre visto a sprazzi. I tanti infortuni riportati con la maglia dei Blancos, poi, hanno fatto il resto.  

Nonostante le parole di Zidane, infine, è emerso un dato inequivocabile: nelle tre partite ufficiali disputate da Bale al Bernabeu contro Valencia, Levante e Apoel, il numero 11 non è mai rimasto in campo per 90 minuti. Se Bale deve ancora dimostrare di essere un giocatore all'altezza della Liga e del Real Madrid, perché Zidane non lo lascia mai in campo fino al triplice fischio finale? 

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.