Irlanda, cane positivo alla cocaina: la triste vita di questi levrieri

Clonbrien Hero è un levriero, campione di corse per cani: ha solo un problema, è stato trovato positivo alla cocaina. Ecco la sua storia e quella dei suoi fratelli.

Cane positivo alla cocaina

621 condivisioni 82 commenti

di

Share

Correva troppo veloce. Qualcosa di anormalo forse c'era. Tranquilli, nessun centometrista o sprinter coinvolto. Questa volta il comitato olimpico non ha di che preoccuparsi. Perché il protagonista dell'inchiesta è lui, Clonbrien Hero, vincitore della prestigiosa corsa Irish Laurels. Il campione è stato trovato positivo alla cocaina. Ah, c'è solo un altro, piccolo particolare da tenere in considerazione: il corridore in questione è un cane.

Il test antidoping è stato effettuato dal 'The Irish Greyhound Board', ovvero la federazione iralndese a capo delle corse sui levrieri. Competizioni che spesso vanno contro la vita di questi cani. Che addirittura possano essere soppressi in qualsiasi momento se il proprietario o il trainer decidono che non servono più, indipendentemente dal loro reale stato fisico di salute. Insomma, questi cuccioli vengono trasformati in macchine da corsa. E come nel caso di Clonbrien Hero, vengono anche drogati.

Come pubblicato da tale federazione irlandese, la cocaina sugli animali può avere effetti simili a quelli provocati nel corpo dell'uomo. L'orrore della mattanza dei levrieri in Irlanda, purtroppo, si sta diffondendo sempre di più. Il tutto in una nazione civilissima, ma dove avviene con costanza un massacro raccapricciante di dimensioni enormi che riguarda i Greyhound, ovvero i levrieri utilizzati per le corse dei cani.

Levriero positivo alla cocaina

Nel sangue di Clonbrien Hero è stato rilevato un metabolita della cocaina. Al cane, vincitore della corsa, era stato effettuato il test antidoping all'interno dello stadio. E il risultato è stato a dir poco agghiacciante. La notizia, infatti, in breve tempo ha fatto il giro di tutti i media europei. Ma in sostanza cosa subiscono questi animali? 

Il mercato delle scommesse alimenta questo ennesimo, brutale abuso nei confronti degli animali. I Greyhound, in particolare, vengono utilizzati soprattutto nei cinodromi inglesi, spagnoli e nelle corse clandestine del nostro Paese.

Questo è quello che riporta il sito italiano 'All4Animals', attivo nel sensibilizzare e cercare di fermare l'abuso delle corse dei levrieri. Purtroppo, però, Clonbrien Hero non è il primo e non sarà l'ultimo: perché nella civilissima Irlanda avviene con costanza un massacro raccapricciante di dimensioni enormi.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.