Bayern Monaco, Ancelotti stufo delle polemiche: "Non sono mica scemo"

Dopo le polemiche dovute alle lamentele di Muller e le continue critiche sulle sue decisioni Ancelotti ha risposto duramente ad alcune domande dei giornalisti.

Carlo Ancelotti risponde alle pressanti polemiche sul Bayern Monaco

526 condivisioni 7 commenti

di

Share

A volte trattenersi è impossibile. A volte trattenersi è perfino sbagliato. Perché si passa il messaggio che tutto è lecito, che tutto è legittimo. Carlo Ancelotti questa volta non ce l’ha fatta. Troppe critiche da mandare giù. Bocconi troppo amari, senza un vero motivo. Da quando è al Bayern Monaco ha vinto tre trofei su cinque. Non si può brontolare.

Ancelotti col Bayern Monaco ha vinto la Bundesliga della scorsa stagione e le due Supercoppe. Ha perso la Champions League (ma con il Real Madrid furono decisivi alcuni errori arbitrali) e la Coppa di Germania. Per questo secondo lui le critiche sono eccessive. Di più: sono perfino inaccettabili. E stavolta ha reagito.

Da mesi si discute della posizione in campo di Thomas Muller, che da quando c’è Ancelotti è (oggettivamente) calato. Secondo molti Carletto lo metterebbe esterno. Secondo altri il problema in realtà è che il tedesco gioca meno del solito e non sente addosso la fiducia del tecnico. E dopo le lamentele pubbliche di Muller le critiche sono perfino aumentate.

Vota anche tu!

Ancelotti è davvero l'allenatore giusto per il Bayern Monaco?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Bayern Monaco, Ancelotti risponde alle critiche

Per questo Ancelotti questa volta ha deciso di non fare finta di niente. Doveva far capire che così si sta minando la serenità dello spogliatoio e che in molti parlano a sproposito. Intervistato da Sky Deutschland ha quindi voluto fare un paio di precisazioni importanti:

Sono abituato alle critiche ma così è troppo. Sento molti parlare di tattica, di posizione dei giocatori. Il calcio è molto più semplice di come lo dipingete.

Ancelotti è poi entrato più nello specifico, senza nascondersi, parlando del caso attualmente più spinoso in casa Bayern Monaco.

Sento che metto Muller esterno, ma non è vero: Thomas è molto intelligente e in campo trova la posizione migliore, anche se parte un po’ più largo. Non lo metto esterno, non sono stupido.

Chiacchiere inutili quindi a suo dire. E le ha anche ascoltate a lungo, ma a volte trattenersi è impossibile. A volte trattenersi è perfino sbagliato.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.