Eurobasket 2017: Serbia troppo forte, Italia eliminata ai quarti

La squadra del fenomeno Bogdanovic si dimostra nettamente superiore ed elimina l'Italia da Eurobasket. Azzurri fuori comunque a testa alta.

L'Italia eliminata dalla Serbia

145 condivisioni 2 commenti 5 stelle

di

Share

Per la seconda volta consecutiva l'avventura dell'Italia ad Eurobasket si ferma nei quarti di finale. Stavolta a spegnere i sogni di medaglia dell'Italbasket è la Serbia che si impone per 83-67 e vola in semifinale dove affronterà la Russia.

La squadra allenata da coach Sasha Djordjevic si è dimostrata concreta, solida e attenta e ha controllato il ritmo per quasi tutta la partita. Agli azzurri non è bastata una partita di grande cuore e orgoglio per avere la meglio della squadra serba. L'Italia chiude l'Europeo comunque a testa alta.

Eurobasket: la cronaca di Italia-Serbia

Il ct Ettore Messina conferma il quintetto iniziale visto in tutte le gare di questo Eurobasket: Hackett, Belinelli, Cusin Datome e Melli. E a sbloccare la partita ci pensano i proprio i due azzurri del Fenerbahce, e quindi "padroni di casa". Un canestro del reggiano e una bomba del capitano regalano il 5 a 0 all'Italbasket. La Serbia, invece, ci mette un po' ad entrare nella partita e trova il primo canestro dopo ben 5 minuti, con il suo leader Bogdanovic. A dare la vera scossa ai serbi ci pensa l'ingresso in campo di Marjanovic. In area, il lungo dei Pistons, si rivela un vero e proprio fattore: manda a vuoto i raddoppi degli azzurri e si conferma insuperabile a rimbalzo. Un dubbio fischio dell'arbitro giapponese, a due secondi dalla fine del periodo, regala alla Serbia due tiri liberi che le permette di chiudere il primo quarto avanti di 1 (18-17).

Dopo Cusin e Biligha, coach Messina manda in campo anche Christian Burns nel difficile tentativo di fermare Marjanovic. Gli arbitri, però, puniscono (forse fin troppo severamente) ogni tentativo azzurro di fermare il lungo serbo che, insieme al solito Bogdanovic e al playmaker Jovic, regala alla sua squadra un primo mini allungo. L'Italia sembra accusare il colpo e subisce un parziale di 12-2 che dà alla Serbia il vantaggio in doppia cifra. Burns, con una bomba ed un assist, prova a far rialzare la testa all'Italbasket, ma la Serbia si dimostra ancora solidissima e chiude il secondo periodo sul 44-33.

l'azzurro Datome
Capitan Datome, uno dei migliori degli azzurri

Anche il terzo periodo i serbi si dimostrano superiori. I canestri di Macvan, Lucic e Kuzmic fanno volare la Serbia fino al +15. Con due canestri e una buona difesa diventa Paul Biligha il trascinatore azzurro e l'Italia arriva fino al -8. Un fallo tecnico fischiato alla panchina azzurra sembra poter interrompere il buon momento azzurro, ma i canestri di Aradori tengono l'Italia sul -11 e il terzo periodo si chiude sul 59-48 per i serbi.

Nei primi minuti dell'ultimo quarto, la Serbia riesce a mantenere la doppia cifra di vantaggio, respingendo qualsiasi tentativo azzurro di rientrare in partita. A dare la mazzata decisiva al match ci pensano 8 punti (quasi) consecutivi di un grandissimo Bogdanovic che spingono la sua Serbia fino al +16. A poco più di due minuti dalla fine gli azzurri alzano definitivamente bianca, smettendo di difendere

l'italiano Messina
Ultima partita da ct per Ettore Messina.

Si chiude così l'avventura da commissario tecnico azzurro di Ettore Messina. L'Italia chiude comunque il suo Eurobasket tra le prime otto d'Europa, raggiungendo un risultato che pochi avrebbero pronosticato prima dell'inizio della competizione.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.