Champions League, Napoli ko in Ucraina: lo Shakhtar Donetsk vince 2-1

La squadra di Paulo Fonseca mette sotto gli azzurri, due gol che portano la firma di Taison e Ferreyra. Di Milik su rigore la rete per accorciare le distanze: ma è tardi.

Champions League, Napoli ko contro lo Shakhtar: finisce 2-1

286 condivisioni 31 commenti 0 stelle

di

Share

Prima amara per il Napoli in Champions League. Lo Shakhtar Donetsk vince contro gli azzurri per 2-1. Gli ucraini sono padroni del campo, vanno avanti di due gol con Taison e Ferreyra. Sarri inserisce Mertens, toglie un Hamsik da 4 in pagella. Il belga si procura il rigore trasformato da Milik che porta a poco. Sconfitta che non ci voleva. Il cammino è ancora lungo, è vero, ma il Manchester City collega di girone già vola: al Feyenoord ha rifilato 4 reti senza diritto di replica.

Champions League, Napoli perde 2-1 con lo Shakhtar
Champions League, Napoli da rivedere: lo Shakhtar vince 2-1

Champions League, inizio in salita del Napoli

È lo Shakhtar a fare la partita, il Napoli accusa subito: Srna per Ferreyra, sponda perfetta per Taison, il brasiliano dopo un rimpallo trova l’angolino sinistro alle spalle di Reina. Sarri non è soddisfatto, i suoi commettono troppi errori in fase di possesso. Poca precisione, la pressione degli ucraini è asfissiante. Il Metalist Stadion è una bolgia, caricato dal vantaggio. Azzurri in bambola. Quando sbaglia pure Hamsik, regalando un pallone ancora a Taison che spara addosso a Reina, altri guai sembrano dietro l’angolo. Invece si registrano due occasioni per il Napoli: Ordets quasi si fa autogol deviando un cross di Ghoulam, poi tocca ad Insigne che con il destro a giro impegna Pyatov. Due lampi azzurri nel cielo di Charkiv. Poco per ribaltare il risultato.

La ripresa

Si agitano pure i tifosi napoletani sugli spalti, con la polizia che li richiama all'ordine per uno striscione di troppo. In campo riecco i 15' dello Shakhtar, fatali per il Napoli: Reina esce fuori tempo, dietro di lui sbuca Ferreyra che mette dentro il pallone del 2-0. Dentro Mertens per un irriconoscibile Hamsik.

Animi caldi al 68', scoppia una rissa. Insigne se la prende con Fred, e se di mezzo c'è uno che di nome fa Taison meglio non esagerare. Alla fine cartellini gialli per i primi due, la tensione ritorna al minimo. Colpo di scena: Stepanenko entra come un killer su Mertens, è rigore. Milik dal discetto non sbaglia ed è 2-1 al 71'.

Gli ultimi minuti si giocano a grandi ritmi: Ferreyra di testa colpisce il palo, Reina è salvo. Risponde Milik, pallone alto, e poco dopo Pyatov ci mette una pezza sul destro di Callejon. Finisce il tempo, così anche i buoni propositi del Napoli. La Champions League inizia in salita.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.