Napoli, l'agente di Hamsik: "Deprimente la sostituzione dopo un'ora"

Nelle prime cinque gare Hamsik è sempre stato sostituito: una situazione che l'agente dello slovacco ha confessato di non gradire, definendola deprimente.

Marek Hamsik, centrocampista del Napoli

404 condivisioni 24 commenti

di

Share

Specifichiamo subito che al Napoli non c'è un caso Hamsik, ma le parole dell'agente dello slovacco, alla vigilia dell'esordio in Champions League contro lo Shakhtar Donetsk, qualche fastidio a Sarri l'hanno causato. Proprio nelle scorse ore la società ha comunicato la fine del silenzio stampa, e anche se le due vicende non sono collegate è lecito aspettarsi una risposta dalla dirigenza.

Le dichiarazioni di Martin Petras, procuratore del giocatore, non rappresentano certamente un attacco alla gestione del tecnico, ma sono comunque parole da tenere d'occhio, specie perché ad averle pronunciate è stato il portavoce del capitano del Napoli, nonché uno dei calciatori più importanti della rosa.

Complici gli acciacchi con cui ha vissuto al termine della stagione passata e a conseguente pausa forzata prima dell'inizio del precampionato, il centrocampista non ha iniziato in maniera ottimale la stagione e nelle cinque partite ufficiali disputate dagli azzurri è stato sempre sostituito (due volte al 59', altrettante al 63' e una al 66'). Una situazione che Petras ha confessato di non gradire:

È un po' deprimente uscire sempre dal campo dopo sessanta minuti. Sono decisioni dell'allenatore e noi le rispettiamo, ma per come la vedo io è sempre meglio che un calciatore giochi una partita intera.

Napoli: Hamsik non brilla, Zielinski stupisce

Hamsik e ZielinskiCopyright GettyImages
Marek Hamsik e Piotr Zielisnki

Da quando indossa la maglia del Napoli era successo solo una volta che Hamsik rimanesse a secco dopo le prime cinque partite. Nel 2010-11 segnò alla sesta gara e concluse la stagione con 13 gol fatti; quest'anno, invece, è fermo all'assist contro il Nizza. In due occasioni è stato sostituito da Allan, in tre da Zielinski, che a differenza dello slovacco vive un momento d'oro. Il numero 20 partenopeo ha già realizzato due gol in campionato e contro il Bologna ha cambiato la partita: dal suo ingresso si è visto un altro Napoli, e non è un caso che le tre reti ai felsinei siano arrivate con il polacco in campo.

È questo il bello di avere un reparto completo: qualche volta si può fare a meno anche del proprio giocatore più rappresentativo. Sarri è tranquillo, potendo contare anche su Allan, Jorginho, Diawara e Rog. Ora la tranquillità deve ritrovarla Hamsik, perché con il 'Marekiaro' che i napoletani conoscono, sognare lo Scudetto diverrebbe lecito.

Le statistiche nella stagione 2017-18

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.