Bayern Monaco, Rummenigge a Lewandowski: "Basta attacchi al club"

L'amministratore delegato dei bavaresi bacchetta duramente il polemico polacco: "Deve pensare a giocare, visto che è pagato per quello".

Rummenigge Bayern Monaco

468 condivisioni 4 commenti 5 stelle

di

Share

Aria tesa in casa Bayern Monaco, e non solo per la brutta sconfitta contro l'Hoffenheim in Bundesliga. Dalle pagine di Der Spiegel è partito un duro attacco da parte di Karl-Heinz Rummenigge nei confronti di Robert Lewandowski, che ultimamente al vizio del gol sembra aver aggiunto quello della polemica. A Kalle non sono piaciute per nulla le ultime sparate del polacco, critico nei confronti della società:

Chi critica pubblicamente il tecnico, il club o i compagni di squadra avrà problemi con me personalmente. A quanto pare, Robert è sconvolto per gli acquisti del Paris St. Germain, ma lui deve pensare a giocare, visto che è pagato per quello. Già dopo la gara contro il Friburgo aveva accusato i compagni di non averlo servito adeguatamente

Per Kalle, Lewandowski non è l'unico responsabile delle sue recenti uscite a vuoto. A ispirare le parole del centravanti, secondo lui, è il suo procuratore:

Purtroppo, il signor Barthel fa spesso lo spirito-guida, e anche in questo caso è stato così. In questo modo danneggia Robert. E se Lewandowski si lamenta della nostra tournée asiatica, allora dovrebbe sapere che la presunta squadra dei suoi sogni, il Real Madrid, quest'anno è stata in viaggio per ben 24 giorni in zone molto calde, cioè il doppio di noi

Bayern Monaco, Lewandowski fa arrabbiare Rummenigge

Robert Lewandowski Bayern MonacoGetty
Lewandowski è in polemica col suo Bayern Monaco

La goccia che ha fatto traboccare il vaso della pazienza di Rummenigge è stata una recente intervista resa da Lewandowski proprio a Der Spiegel. Il polacco se l'era presa esplicitamente con la strategia del Bayern Monaco, rinfacciandogli un certo braccino corto sul fronte della campagna-acquisti:

A oggi il Bayern Monaco non ha mai pagato un giocatore più di 40 milioni di euro, che nel calcio di oggi rappresenta un investimento medio, molto lontano dal top

Ma, come detto, ultimamente le frecciate contro il club da parte dell'entourage di Lewandowski si erano fatte più frequenti. A giugno, per esempio, il suo agente aveva rivelato tutto il malumore del giocatore, a suo dire deluso dal fatto che i suoi compagni non l'avevano aiutato a vincere la classifica marcatori. 

Chiaramente, il dirigente bavarese crede che ciò faccia parte di una strategia volta ad avvicinare la rottura tra Lewa e il Bayern Monaco. E anche sotto questo punto di vista il suo messaggio è forte e preciso:

Lewandowski ha un contratto fino al 2021 e non ci sono clausole d'uscita

Traduzione: decide il Bayern Monaco, non il giocatore o tantomeno il suo agente.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.