Esclusiva FOXSports.it, Caligiuri su Howedes: "Un leader alla Juventus"

Daniel Caligiuri descrive l'ex compagno di squadra allo Schalke Howedes, recentemente passato alla Juventus: "Mancherà a noi così come ai tifosi".

Daniel Caligiuri racconta Benedikt Howedes che ha lasciato lo Schalke per la Juventus

686 condivisioni 8 commenti

di

Share

Non ha ancora esordito con la Juventus, Benedikt Howedes. Ma quando arriverà quel giorno sarà un traguardo importante, soprattutto perché giocherà per la prima volta a calcio con una maglia diversa da quella dello Schalke (nazionale esclusa ovviamente).

Daniel Caligiuri, che con Howedes ha giocato proprio nel club di Gelsenkirchen, descrive l’ultimo acquisto della Juventus, ammettendo, scherzosamente, di voler trarre anche lui beneficio dal suo trasferimento in bianconero. Perché Caligiuri sogna ancora la nazionale italiana, e ora chiede aiuto a vecchio amico.

Questa d'altronde deve essere la stagione della consacrazione per Caligiuri: il nuovo tecnico dello Schalke Domenico Tedesco punta tantissimo su di lui, vuole che si responsabilizzi, vuole che faccia davvero il salto di qualità.

Juventus, Caligiuri racconta Howedes in esclusiva per FOX Sports

Proprio con l'addio di Howedes Caligiuri ha già più responsabilità. Deve diventare lui uno dei punti fermi dello spogliatoio. Lo Schalke ha bisogno di lui, delle sue qualità. E chissà che non ne abbia bisogno anche ventura. Daniel si sacrifica sempre molto per la squadra, e specie in un modulo come quello della nazionale italiana, giocatori in grado di macinare chilometri sulla fascia come Caligiuri farebbero molto comodo.

Come in ogni finestra di mercato si è parlato di un suo passaggio alla Lazio: ci sono stati contatti?

So che se ne è parlato sui giornali, man né io né il mio procuratore siamo stati contattati. È vero che ho sempre sognato di giocare in Italia, ma da quando sto allo Schalke sto talmente bene che non penso al trasferimento.

Chi invece è veramente andato in Italia è Howedes: che tipo è?

Appena ho capito che Benedikt sarebbe andato alla Juventus gli ho detto che deve parlare con Buffon, Barzagli, Chiellini o Marchisio e convincerli a mettere una buona parola per me per quel che riguarda la nazionale. Scherzi a parte voglio guadagnarmi da solo la convocazione. Di Benedikt non c’è nemmeno bisogno di parlare: è un professionista esemplare. È sempre a disposizione della squadra, sia nei momenti positivi che in quelli negativi. Sa essere un leader. Lo è.

Farà bene in bianconero?

Penso che possa ritagliarsi il proprio spazio. Allo Schalke era una leggenda. Ha vissuto di tutto qua. Momenti positivi e negativi. Per noi è una grande perdita, in campo e fuori. Anche nelle ultime due partite, pur non giocando e pur non essendo più capitano, ci è rimasto vicino. Vuole sempre vincere, trasmette forza alla squadra. Non saranno solo i tifosi a sentire la sua mancanza ma anche noi.

Vota anche tu!

Howedes sarà un giocatore importante per la Juventus?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Da quest’anno l’allenatore dello Schalke è Tedesco. Siete quasi coetanei: che effetto le fa?

Non è usuale avere un allenatore così giovane. Eppure svolge il proprio lavoro al meglio e questa è l’unica cosa che conta. Il rispetto che abbiamo per lui è lo stesso che si ha per un allenatore di 60 anni.

Il campionato italiano lo segue?

Certo che la seguo, ormai, oltre a Benedikt, ho tanti amici che giocano lì. Penso a Ivan Perisic e Ricardo Rodriguez per esempio, con cui ho giocato insieme a Wolfsburg. Si sfideranno nel derby di Milano e sarà curioso vederli contro in una partita così. Io però farò il tifo per Ricardo perché quella simpatia per il Milan che ho fin da quando ero bambino non mi ha ancora abbandonato. Però auguro il meglio a entrambi.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.