Shandong Luneng-Jiangsu Suning 0-0: due pali per Pellè nel finale

Shandong fermo al palo, Pellè ne colpisce due negli ultimi minuti di gara. Il Jiangsu di Capello strappa un punto preziosissimo in vista del finale di campionato.

150 condivisioni 2 commenti

di

Share

Pareggio prezioso per il Jiangsu Suning di Fabio Capello, capace di bloccare lo Shandong Luneng sullo 0-0 dopo una gara in cui il tecnico italiano ha rischiato più volte di andare sotto nel punteggio. Sfortunatissimi gli uomini di Magath, che colpiscono anche tre pali, due di questi con Graziano Pellè tra l'88' e il 92'.

Il risultato sta quindi stretto allo Shandong, che fallisce l'occasione di portarsi in solitaria al terzo posto. Il Jiangsu si porta invece a quota 22, a sei punti di distanza dalla zona retrocessione.

Nella prossima giornata, il Luneng sarà ospite dello Yanbian Fude, mentre il Jiangsu è atteso dal difficile match casalingo contro il Guangzhou Evergrande.

Il racconto di Shandong Luneng v Jiangsu Suning

CapelloCopyright Fox Sports
Fabio Capello, tecnico del Jiangsu

Magath ripropone Diego Tardelli, assente dallo scorso 22 luglio. Vicino al brasiliano c'è Pellè, mentre al centro della difesa viene confermato il brasiliano Gil. Rispetto alla larga vittoria con lo Yanbian, Capello conferma Ramires e Roger Martinez ma lascia a casa Moukandjo: il terzo slot disponibile per gli stranieri viene allora occupato da un ex difensore dell'Inter, l'australiano Sainsbury

È lo Shandong a comandare il match, facendosi pericoloso sull'asse Pellè-Wang Tong. In avvio di gara, il terzino salta due avversari e serve l'attaccante, che da buona posizione spara alto; al 20' l'italiano ricambia il favore al compagno di squadra, ma anche la mira di quest'ultimo è imprecisa. Gli Orange Fighters vengono fermati pure dal palo, colpito incredibilmente da Junshuai, posizionato a pochi centimetri dalla linea di porta. Il difensore centrale sfiora nuovamente il gol con un sinistro al volo, ma la sua conclusione termina di poco fuori.

Al 40' Pellè si guadagna una punizione dal limite, Tardelli calcia, Sainsbury devia con la mano e l'arbitro Gu Chunhan dà il rigore, salvo poi consultarsi con il guardalinee e modificare la sua decisione concedendo solo un calcio d'angolo. Il replay premia la seconda scelta del direttore di gara, visto che il difensore del Jiangsu Suning fa di tutto per nascondere il braccio.

Due pali di Pellè nel finale

PellèCopyright AlfredoPedullà.com
La rabbia di Graziano Pellè

Il Jiangsu prova a far male in contropiede, e al 60' va in gol con Gao Di. La sua esultanza viene però fermata dall'arbitro, che giudica falloso un contatto precedente tra Roger Martinez e Dai Lin. Nell'altra porta Gu Chao devia in bello stile un colpo di testa di Pellè, poi Liu Binbin si divora il vantaggio sfiorando il palo con un insidioso diagonale. Gli ospiti ci riprovano al minuto 70, Dalei risponde presente sulla deviazione di Martinez. L'uomo più pericoloso è però Pellè, che tra l'88' e il 92' colpisce il palo destro in due occasioni, una volta in spaccata e una con un tiro al volo.

Chinese Super League, 24° giornata

Nell'altro incontro disputato oggi, lo Shanghai SIPG ha superato 3-1 il Tianjin Teda (reti di Wu Lei, Yu Hai ed Elkeson; gol di Ximing per gli ospiti). Le Metal Eagles tornano dunque a -8 dal Guangzhou Evergrande, che ieri ha battuto 3-1 il Changchun Yatai. Domani alle 13.35 si giocheranno tutte le restanti gare del 24° turno.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.