Liga, al Getafe il derby "unico al mondo": con il Leganes è 2-1

Due autentici gioielli spediscono gli Azulones in Paradiso, nella prima stracittadina del sud di Madrid mai disputata nella massima serie spagnola.

591 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un derby storico, anzi unico. E il Getafe lo fa tutto suo, grazie alle due prodezze di Mauro Arambarri e Alvaro Jimenez. L'ultima volta tra Leganes e gli Azulones risaliva a 4.857 giorni fa (la bellezza di 13 anni). È il Derbi del Sur de Madrid: entrambe situate nella cinta meridionale della capitale iberica, le due cittadine distano l'una dall'altra meno di 10 km. Mai però le loro squadre si erano sfidate in Liga.

Ecco perché questa partita, da storica, diventa unica: dopo stasera, i due club hanno giocato contro in ogni divisione a partire dalla Segunda Regional (la nostra Promozione) fino alla massima serie spagnola. Un en-plein che nessun'altra stracittadina al mondo può vantare.

A festeggiare però è solo il Getafe: un gol per tempo, due straordinarie conclusioni dalla distanza che regalano alla formazione di José Bordalas il primo successo della stagione. Dopo aver acciuffato il pari con Guerrero, i padroni di casa avevano invece avuto la chance di passare in vantaggio: lo stesso attaccante spagnolo ha sprecato però un rigore molto generoso.

Liga, tra Leganes e Getafe è un derby storico, anzi unico

Sei punti nelle prime due giornate: una partenza a razzo per il Leganes, una favola per i tifosi della piccola comunità alle porte di Madrid. In testa insieme alla Real Sociedad e, soprattutto, al Barcellona. I ragazzi di Asier Garitano speravano di andare a dormire con una dolce ninna nanna: quella riservata alla capolista. Provvisoria, per carità, ma per l'ex matricola della Liga sarebbe stato come sognare a occhi aperti. Un'occasione persa però proprio nella partita più attesa.

Cartel Online.- Máxima Rivalidad, Máximo Respeto vive un #DerbiHistórico

A post shared by Club Deportivo Leganés (@clubdeportivoleganes) on

"Massima rivalità, massimo rispetto", lo slogan scelto dai padroni di casa nei giorni precedenti alla partita. Una sfida che lascia pochi seggiolini vuoti all'Estadio Municipal di Butarque: quasi 11 mila gli spettatori che non vogliono perdersi per nulla al mondo il primo Derbi del Sur de Madrid nel massimo campionato. Una sfida dal sapore internazionale: 15 le nazionalità rappresentate tra le due rose, suddivise in quattro continenti.

In campo il livello del gioco stenta però a decollare: di agonismo ce n'è da vendere, ma la precisione - soprattutto negli ultimi passaggi e nelle (rare) conclusioni - fa sentire la propria mancanza. Un tentativo alto di qua, un tiro deviato di là: le emozioni scarseggiano. Fino al colpo di genio di Arambarri: minuto 40, il centrocampista uruguayano controlla col destro fuori area e infila il pallone sotto al sette, con Cuellar che guarda impotente. Getafe in tripudio, Leganes che rientra stordito negli spogliatoi.

Jimenez, che magia!

Nella ripresa i padroni di casa rientrano con una garra che gli procura presto il pareggio: Diego Rico centra per ben due volte di seguito Guaita, ma sul pallone non trattenuto dal portiere spagnolo, il più lesto di tutti è Miguel Angel Guerrero. Siamo al minuto 65': al 71' l'episodio che può spedire in Paradiso i Pepineros. Cala spinge appena lo stesso Guerrero in area, per l'arbitro tanto basta per concedere il penalty: dal dischetto però il numero 9 si fa incantare da Guaita.

Il primo Derbi del Sur de Madrid della Liga sembra destinato così a trascinarsi sul pareggio. Il neo entrato Alvaro Jimenez però non dello stesso avviso: all'83 decide di entrare nella storia della stracittadina con un destro da fuori area, che s'insacca in rete dopo aver colpito il palo. Un gioiello balistico che regala una vittoria storica al Getafe e costringe il Leganes a rimproverarsi per la chance persa al 72'. Il derby "unico al mondo" è degli Azulones.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.