Eurobasket 2017, Italia ai quarti con difesa e avvio top: Finlandia ko

Praticamente perfetti sui due lati del campo per i primi 20', gli azzurri scappano nel punteggio e resistono al ritorno finlandese con una grande difesa.

Gigi Datome

346 condivisioni 10 commenti

di

Share

Ai limiti della perfezione per un tempo, amministrando con qualche piccolo, normale rischio nella ripresa. L'Italbasket di Ettore Messina, con 20 minuti iniziali pazzeschi utili a indirizzare definitivamente il match verso il successo, batte la Finlandia (reduce da 4 vittorie e un solo K.O. nella fase a gironi) negli ottavi di finale di Eurobasket 2017: 57-70 il finale della gara giocata ad Istanbul, con gli azzurri autori di una partita splendida a livello difensivo e trascinati dal solito duo Belinelli-Datome ai quarti di finale della competizione, in attesa della vincitrice del confronto tra Serbia e Ungheria.

Eurobasket: la cronaca di Finlandia-Italia

Istanbul è (almeno per Datome) "aria di casa": e Gigi, caldissimo sin dall'inizio con 9 punti nel primo quarto, piazza due canestri per spingere (insieme ad Hackett e Belinelli) l'Italia sul +6 (3-9), per un vantaggio incrementato sino al +7 grazie alla tripla di Melli (5-12). Dopo il timeout finlandese, la pressione azzurra sui portatori di palla resta ottima, così come la precisione al tiro (11 dei primi 13 tiri a bersaglio): Cusin controlla perfettamente il pitturato e Nik Melli, altro futuro protagonista sui parquet turchi con la maglia del Fenerbahçe, regala alla stellina Markkanen un ingresso in partita decisamente difficoltoso, piazzando 10 punti nei primi 10' e spingendo gli uomini di Messina ad un primo periodo da 30 punti segnati contro i 17 avversari (11/14 dal campo e 6/8 da 3).

Dopo una partenza simile al primo quarto super (10-27) giocato contro la Georgia, l'Italia stavolta non alza le mani dal manubrio pur segnando meno, rimanendo solidissima in difesa e ritrovando un superlativo Belinelli: due falli strappati su due conclusioni da 3 e missile da 9 metri allo scadere dei 24'' per arrivare a quota 14 punti, portando gli azzurri sul +17 (23-40). Biligha sostituisce al meglio Cusin a riposo, spadroneggiando nel pitturato e lasciando Markkanen (22.6 punti di media) a soli 2 punti in 8 minuti giocati: e la differenza di intensità sul parquet, in un dato su tutti, finisce per essere facilmente ricondotta ai numeri di liberi tentati (0 dalla Finlandia, 12 dall'Italia), utili ad incrementare il gap sino al +19 azzurro (29-48) all'intervallo. Notevoli le percentuali fatte registrare dalla squadra di Messina: 56% dal campo, 7/15 da 3 punti e meno di 30 punti subiti in 2 quarti (Salin, 11, l'unico finlandese in doppia cifra), con buon controllo (18-10) anche a rimbalzo.

Ad inaugurare la ripresa è il duello Koponen-Belinelli: 7 punti immediati per l'ex Virtus, 8 per la guardia degli Atlanta Hawks, incontenibile dalla lunga distanza (5/8 da 3) e salito a quota 22 nel match, per il +20 azzurro a metà 3° quarto. Pur risultando meno efficienti dal punto di vista offensivo, i ragazzi di Messina continuano ad opporre una difesa semplicemente pazzesca, con Hackett onnipresente a sporcare possessi avversari ed un Datome ormai specialista nelle stoppate (3, splendide, anche oggi). Appena 10 i punti segnati dagli azzurri nel 3° periodo, con 8 degli ultimi 30 tiri segnati, senza pagare troppo dazio: tornata a -14 con (ancora) Koponen e Koivisto, la Finlandia viene ricacciata a -16 dal rimbalzo d'attacco vincente sulla sirena di Biligha (42-58).

La grande intensità messa sul parquet dall'Italbasket cala inevitabilmente con il passare dei minuti, con la Finlandia che prova a riavvicinarsi ulteriormente: Koponen, anche grazie ai tanti rimbalzi d'attacco finlandesi, riporta i suoi a -11 (47-58), mentre Datome ed Hackett, coi primi tiri liberi della ripresa azzurra ed un furto con appoggio in contropiede, sblocca momentaneamente le difficoltà offensive azzurre. Trascinandosi lentamente verso la linea del traguardo, il piazzato dalla media di Biligha regala il nuovo +13 all'Italia (47-60), dopo il primo, vero acuto di Markkanen (schiacciata, 4 punti in soli 18 minuti di impiego) nel match: a chiudere i giochi, dopo il -9 finlandese, ci pensa Daniel Hackett, arrivato in doppia cifra (10 punti) con penetrazione vincente e liberi a bersaglio. In una gara vinta (57-70) meritatamente dagli azzurri, finalmente precisi (15/16) anche dalla linea della carità.

L'MVP

Belinelli
Marco Belinelli, 22 punti oggi con 5/8 da 3

Nel lanciare la fuga azzurra, Marco Belinelli ha giocato un ruolo semplicemente fondamentale: incontenibile sino al 3° quarto, spentosi con il tempo insieme alle difficoltà azzurre. Menzione speciale anche per Gigi Datome, splendido anche a livello difensivo, e il duo Melli-Hackett, con l'ala del Fenerbahçe finalmente più solida ed il play del Bamberg fondamentale in tanti possessi decisivi anche per chiudere il match, respingendo il rientro finlandese. Per gli azzurri, ora, 3 giorni di riposo alle porte, prima di affrontare Serbia o Ungheria ai quarti: in un cammino azzurro ad Eurobasket 2017 che, tra fatica e soddisfazione, prosegue ancora.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.