Manchester United, Mourinho rivela: "Ancora un mercato e siamo al top"

In un'intervista esclusiva al Times, lo Special One ha confessato di aver bisogno di un'ulteriore finestra di mercato per poter creare la squadra dei suoi sogni.

José Mourinho

770 condivisioni 25 commenti

di

Share

Evidentemente più di 300 milioni di euro non bastano. La squadra necessitava di un'accurata rifondazione, possibile soltanto attraverso una lunga serie di spese mirate. L'obiettivo era migliorare lo spogliatoio dal punto di vista tecnico e dell'esperienza, fattore che fondamentale in un campionato competitivo come la Premier League. 

José Mourinho, al termine della sua seconda sessione estiva di calciomercato alla guida del Manchester United, ha rivelato di non essere ancora del tutto soddisfatto. L'arrivo di Lukaku, Lindelof e Matic (oltre al rinnovo di contratto offerto a Zlatan Ibrahimovic) sono la dimostrazione di come lo Special One e tutto l'ambiente dei Red Devils, dopo una prima entusiasmante stagione condita dalla conquista di 3 trofei, vogliano tornare a essere protagonisti in campionato. 

Lukaku è uno degli attaccanti più decisivi della Premier League: forte fisicamente, veloce, bravo di testa e preciso con entrambi i piedi. Un giocatore completo che tutti vorrebbero. Matic conosce benissimo la Premier League (l'ha vinta per ben 2 volte con il Chelsea) e ha dato al Manchester United quell'equilibrio necessario in un centrocampo già ricco di qualità. Infine Lindelof, difensore che può dare a Mourinho la possibilità di ruotare gli interpreti in difesa. Insomma, il portoghese ha tutte le carte in regola per dare filo da torcere alle altre contendenti al titolo. 

L'esultanza di Lukaku dopo il gol allo Swansea

Manchester United, Mourinho incontentabile

In una recentissima intervista rilasciata al Times, Mourinho ha confermato tutte le impressioni sopracitate, aggiungendo però un particolare che in pochi si aspettavano: il suo obiettivo è ancora quello di colmare il gap con i top club europei, per questo motivo necessita di una nuova finestra di calciomercato:

Quando lascio una società, consegno nelle mani dell'allenatore futuro una squadra pronta a fare il grande passo e competitiva in ogni competizione. Quest'anno abbiamo fatto un ottimo mercato, ma credo di aver bisogno di un'ulteriore sessione per poter essere pienamente soddisfatto. Se vogliamo colmare il gap con i miglior club europei, dobbiamo migliorare ancora. 

Come di consueto, non ha voluto parlare solo di se stesso e della sua squadra. Citando il caso Neymar, ha voluto elogiare l'operato della società.

Mourinho all'Old Trafford sulla panchina del Manchester United

Credo che abbiamo risparmiato circa 70-80 milioni di euro. Dopo l'affare Neymar è cambiato tutto: il 31 agosto, probabilmente, Lukaku sarebbe costato 150 milioni, Matic almeno 60-70. In totale, quindi, abbiamo risparmiato ma ci siamo comunque rinforzati. Non ho nulla di cui lamentarmi, ma ora si fa sul serio. 

Dopo tre partite di Premier League, il Manchester United è al primo posto solitario in classifica con 9 punti, frutto di 3 vittorie in 3 partite (con 10 gol fatti e 0 subiti) e di una superiorità che fino a questo momento non ha lasciato scampo a nessuno. Comunque andrà a finire questa stagione, l'avventura di Mourinho non è ancora finita, anzi, sembra entrare solo ora nel vivo. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.