Tebas su Neymar: "È come se facesse pipì in piscina dal trampolino"

Il presidente della federcalcio spagnola continua ad attaccare il Paris Saint-Germain: "Si prendono gioco del sistema".

Neymar attaccato ancora da Tebas

1k condivisioni 17 commenti

di

Share

Non accenna a placarsi la polemica tra la Federcalcio spagnola e il Paris Saint-Germain, innescata dal pagamento della clausola rescissoria da 222 milioni di Neymar. Già in un primo momento il presidente Javier Tebas aveva negato il suo permesso al brasiliano di pagare direttamente quei soldi in federazione: "Sono clausole del campionato spagnolo, perché mai dovrebbero avvalersene anche club stranieri?".

Così gli emissari del giocatore erano stati costretti, con qualche perdita di tempo supplementare, a fare tutto direttamente con il Barcellona. Poi l'azione di Tebas si era estesa anche alla denuncia formale alla UEFA dell'operazione di calciomercato, a suo giudizio palesemente contraria al Fair-Play-Finanziario.

La UEFA ha accettato di prendere in considerazione il ricorso, ma intanto Neymar si è accasato al Paris Saint-Germain e sta facendo stropicciare gli occhi ai tifosi parigini a suon di gol, assist e prestazioni di altissimo livello. Ecco perché Tebas resta ancora molto infastidito da questa situazione. E ogni volta che ha l'opportunità di parlarne, non si tira mai indietro, come confermato anche a margine della convention di Soccerex a Manchester.

Javier Tebas, il presidente della Federcalcio spagnola
Il presidente della Federcalcio spagnola, Javier Tebas

Tebas attacca Psg e Neymar

Tebas non ci è andato per il sottile. Interrogato sull'argomento, ha parlato in questi termini del Paris Saint-Germain e del suo utilizzo del Fair-Play-Finanziario.

Si stanno prendendo gioco del sistema. Bisogna spiegarlo in questo modo: è vietato fare pipì in piscina, Neymar è sul trampolino e la sta facendo direttamente da lì, prendendosi gioco di tutti. Sarebbe giusto investigare su quanto successo.

Una metafora decisamente molto colorita, argomentata poi successivamente:

Il calcio europeo deve sapere che corre un rischio incredibile quando il denaro arriva da altri paesi. La Uefa ha creato il FPF e pensiamo che questa regola sia stata infranta. Per questo deve arrivare fino in fondo con le indagini.

Insomma, deve guardare quello che succede sopra il trampolino...

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.