Pick a Kick: Adidas Crazy Explosive 2017, una scarpa da top player

Pick a Kick, la rubrica sulle scarpe da basket oggi si ferma in casa Adidas e analizza uno dei migliori modelli usciti nel 2017: le Crazy Explosive 2017.

White version

75 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo avervi parlato delle And1 Tai Chi 3 e delle Under Armour Rocket 2, introduciamo la terza casa che ha sposato il progetto “pick a kick” ovvero l'analisi delle scarpe da basket in commercio per dare agli appassionati e ai giocatori più elementi possibili e scegliere al meglio le proprie sneakers. Oggi ringraziamo Adidas e vi parliamo delle Crazy Explosive 2017 che hanno rapito diversi cuori. 

Questa nuova versione non si discosta in maniera radicale dalla precedente, confermando che se non è rotto non bisogna aggiustarlo. Il primo modello aveva già avuto un discreto successo, infatti per il secondo si è mantenuta gran parte della struttura inserendo alcune migliorie che fanno fare un passo in avanti. Per partire dalla cosa apparentemente meno importante, le 2017 hanno cinque serie di passanti per le stringhe (contro le precedenti quattro) dotati di doppio passante per ogni posizione, quindi in realtà avrete dieci piccoli asole divise in cinque punti per un maggiore avvolgimento del piede e della caviglia, ma soprattutto non incapperete in spiacevoli rotture e sostanzialmente una scarpa quasi da buttare, come ad esempio abbiamo potuto vedere nelle AND1 Tai Chi 3 che dopo qualche utilizzo e stretta di lacci, hanno ceduto vanificando sostanzialmente una buona sneaker da esterno.

La forma presenta la sostanziale differenza della calza che rende la scarpa un corpo unico andando a coprire sin sopra la caviglia. Alla prima calzata assoluta ho fatto molta fatica a far scivolare il piede all’interno, preoccupandomi che se la cosa fosse continuata anche successivamente avrei dovuto pensare a qualcosa di maggiormente comodo, ma una volta dentro il piede si è trovato subito perfettamente a proprio agio, con la calza traspirante che non forza minimamente la parte bassa del polpaccio, ma regala un tocco decisamente swag. Dopo un impatto così dubbioso, sentire la scarpa perfettamente aderente e al contempo sia sicura che flessibile è stata una vera e propria soddisfazione.

Le crazy explosive grigie

Comfort, sicurezza e stabilità: un tris vincente

Una volta superato lo scoglio della prima calzata difficile, non avrete più alcun tipo di problema, perché già dalla seconda volta in poi il vostro piede scivolerà dentro regolarmente. L’impatto è subito positivo perché i cuscini che proteggono la caviglia all’altezza dei malleoli sono esattamente come tutto il resto della scarpa: protettivi, ma confortevoli. Per chi soffre di debolezza su quell'articolazione potrebbe essere la scarpa giusta, mentre per chi invece veste delle cavigliere è necessario tenere conto dello spessore dei vostri supporti perché ad esempio alcune delle cavigliere Mc David (le più usate generalemente) hanno un ingombro che cozzerebbe con l’avvolgimento già presente con la scarpa. 

Scendendo nella percezione del nostro piede si può sentire chiaramente di essere al sicuro perché si avverte la sensazione di stabilità e di leggerezza, anche grazie a un minor peso globale rispetto alla prima versione. La base del piede è perfettamente aderente e in grado di rimanere salda senza scivoli, anche se per questo modello, ancor più che per altri già recensiti, è quantomai necessario provarle in negozio non fidandosi dei numeri standard, facendo sì di scegliere il perfetto fit come lo abbiamo sentito noi nello scendere in campo. 

L’unico difetto estetico potrebbe essere il colore, che nel modello totalmente bianco è spaziale da pulito, ma rischia poi di perdere considerevolmente il suo appeal con l’usura e magari un fisiologico ingiallimento dettato dal tempo. Non entusiasma la colorazione grigia e gialla, mentre la rossonera si assesta nel mezzo tra stile e durabilità.

Tutto il grip e la protezione delle Crazy Explosive

Boost, suola e grip perfetti per l’interno

Se dobbiamo trovare un difetto in queste scarpe, se così si può dire, è la resa outdoor. È meglio preservare questo modello per l'indoor e uno stress minore derivante dal fondo, perché è lì che dà il suo massimo a livello di resa. Anche il Boost è il perfetto compromesso tra protezione e spugnosità, tanto da garantire un perfetto assorbimento degli urti per ogni tipo di giocatore (dalla guardia atletica al lungo ingombrante), senza risultare troppo molle. 

Il Boost è schermato sul retro e aperto sul lato, ma garantisce una perfetta ammortizzazione che rende questa sneaker una delle migliori in circolazione nel preservare le vostre articolazioni e giunture. 

Ci sono tanti esperti che ritengono la Crazy Explosive la miglior scarpa da basket prodotta nel 2017 sino a oggi. Noi per questo ci limitiamo a riportare i pareri di chi ha provato anche tutte le altre, ma di certo la prova a cui abbiamo sottoposto questa scarpa ci ha davvero impressionato.

Lo stile inconfondibile

Conclusioni

Le Adidas Crazy Explosive 2017 si assestano nella fascia di alto livello e con un prezzo di 150 euro circa sono decisamente un buon investimento per chi cerca stabilità, sicurezza e la qualità tipica di Adidas. Lo sforzo economico per una scarpa da basket ormai è sempre più volto al rialzo, anche per la tecnologia e la qualità di materiali e progettazione. Adidas in questo modello ha lavorato in modo esemplare partendo dall’ottima base di quello precedente e inserendoci le giuste migliorie. Se volete qualità e non dovete necessariamente fare i conti con un budget limitato…andate in negozio, provatele e portatevele a casa. Difficilmente ve ne pentirete.

Voto: 4.80-5

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.