Eurobasket 2017, Datome stoppa la Georgia: sarà Italia-Finlandia

Dopo essere stati anche sul +19, gli azzurri respingono all'ultimo secondo i tentativi georgiani grazie alla stoppata di Datome: per l'Italia 3° posto e Finlandia agli ottavi.

Gigi Datome

1k condivisioni 5 commenti 5 stelle

di

Share

In una gara utile prettamente a stabilire il posizionamento finale dell'Italia di coach Ettore Messina nel girone B di Eurobasket 2017, la Nazionale azzurra supera 69-71 la Georgia, conquistando il 3° piazzamento all'interno del proprio raggruppamento e trovando la Finlandia come prossimo avversario degli ottavi di finale del torneo.

Dopo aver approfittato ieri del successo della selezione di Zouros su Israele (eliminato dalla competizione) per staccare il pass per la prosecuzione nella competizione, gli azzurri hanno trovato una risposta tutto sommato convincente dopo la brutta gara offensiva disputata ieri contro la Germania, con il solo Ariel Filloy sugli scudi e il duo Belinelli-Datome in cerca di riscatto.

Eurobasket: la cronaca di Georgia-Italia

L'andazzo dei primi 10' azzurri sembra andare in nettissima controtendenza, nonché all'inverso, con la sfida di ieri a Schröder e compagni: partenza aggressiva in attacco (2-8, 3-19), con Belinelli e Datome immediatamente coinvolti, e Georgia in tremenda difficoltà offensiva (11 dei primi 12 tiri sbagliati) da appena 10 punti realizzati a fine quarto. La rotazione di palla degli uomini di Messina è perfetta: 8 assist contro uno georgiano, ottime percentuali dal campo (63% contro il 13% avversario, con 6/10 da 3) e grande capacità nel correre in contropiede, capace di regalare a Filloy (subito caldo con 5 punti dalla panchina) e compagni un vantaggio consistente (10-27).

Dopo aver toccato anche il +19 (10-29) con un canestro di Baldi Rossi, la reazione georgiana si fa sentire: Giorgi Shermadini, ex centro di Cantù, tra i principali protagonisti, con 11 punti dalla panchina e grande presenza a riportare i ragazzi di Zouros in partita. Tremendo il 15-0 di parziale della Georgia, con pesante blackout italiano in attacco e qualche passaggio a vuoto di troppo in difesa, a restituire un solo possesso di svantaggio (30-33) a Shengelia e soci: il momento negativo azzurro viene interrotto dal solito Belinelli (11 a fine primo tempo) e da Aradori, capaci con due canestri in fila di condurre l'Italia al riposo lungo sul +8 (30-38) nonostante il 20-11 di parziale complessivo in favore degli avversari.

La ripresa parte ancora a singhiozzo, a livello offensivo, per ambo le squadre, almeno nei primi 5 minuti: a scaldare gli attacchi ci pensano Aradori e Markoishvili, con due triple, mentre il gioco da 4 punti di Marco Belinelli e l'appoggio di Biligha rilanciano l'Italia sul +12 (37-49) dopo il nuovo -4 georgiano (34-38). A tenere in contatto i ragazzi di Zouros, con un Pachulia sottotono da 4 punti, 2/9 dal campo a fine 3° quarto e ben contenuto da un ottimo Cusin, è il solo Michael Dixon Jr.: 20 punti a fine periodo per riportare momentaneamente i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio, ritrovata dall'Italia grazie al preziosissimo jumper dalla media di Biligha (47-58).

La difesa del nuovo centro della Reyer Venezia e di Hackett, insieme ai canestri sporchi trovati da Pietro Aradori (10 punti), spingono nuovamente gli azzurri sul +15 (49-64) in avvio di ultimo periodo: allungo illusorio per chi, ancora, non ha fatto i conti con la competitività di Shengelia (12 punti) e di un Dixon Jr. (29 alla fine) sempre più caldo con il passare dei minuti, in grado con una serie di canestri consecutivi di riportare lentamente in contatto la Georgia e dare addirittura il primo vantaggio del match ai suoi (68-67) entrando nell'ultimo minuto di partita. La risposta è nelle gambe e nella tenacia di Hackett: penetrazione vincente del nuovo play/guardia del Bamberg per il +1, due liberi di Aradori per il +3 (68-71) e fallo sistematico su Dixon: dopo il primo libero a segno ed il secondo sbagliato volutamente, ci pensa Datome a cancellare il tentativo per il pari di Shermadini, con la stoppata che vale il successo (69-71) ed il terzo posto azzurro nel girone.

L'MVP

Messina
Ettore Messina, soddisfatto per il terzo posto dei suoi

Difficile, oggi, trovare un protagonista su tutti in particolare: l'Italia ha regalato una delle più classiche, ottime prestazioni di squadra coinvolgendo al meglio ogni elemento del roster a disposizione di Messina. Dai soliti, fondamentali Belinelli e Datome, tornati a colpire con maggior regolarità dopo la giornata-no di ieri e con Gigi autore della giocata decisiva per il match, ai preziosissimi canestri firmati da Aradori (liberi finali compresi) e Filloy, passando per l'eccellente difesa portata da Cusin, Melli, Biligha ed Hackett. Un gruppo compatto e solido, quello azzurro, capace di ritrovarsi dopo le grandi difficoltà (anche ai liberi) emerse post parzialoni georgiani e di strappare un terzo posto nel girone che presenta la sorprendente Finlandia vista sinora come prossimo avversario: nuova sfida di un Eurobasket 2017 che, ora, si sposterà per l'Italia da Tel-Aviv a Istanbul. Lasciando Israele con 3 vittorie, 2 sconfitte e tanta fiducia in vista del futuro impegno.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.