Eurobasket 2017, le avversarie dell'Italia: scopriamo la Georgia

Squadra dalle rotazioni corte ma dal gioco molto duro e fisico. Oltre al campione NBA Pachulia, nel roster ci sono anche due vecchie conoscenze del basket italiano.

La Georgia è la prossima avversaria degli azzurri

95 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo le vittorie contro Israele e Ucraina, l'Italia ha raccolto due sconfitte consecutive a Eurobasket 2017. La prima, domenica, contro la corazzata lituana; la seconda, ieri, contro la ben più abbordabile Germania.

Se nelle prime tre partite gli azzurri avevano impressionato per il bel gioco mostrato, la partita contro i tedeschi ha rappresentato un passo indietro, soprattutto in chiave offensiva. Ma nonostante la sconfitta, i ragazzi di coach Messina si sono qualificati alla fase ad eliminazione diretta con un turno di anticipo.

A consegnare la matematica certezza della qualificazione all'Italbasket ci ha pensato la vittoria della Georgia su Israele. E proprio l'ex stato sovietico sarà l'ultimo avversario degli azzurri in questa prima fase (oggi dalle ore 16.30 su Sky Sport 2). Ma andiamo a scoprire più da vicino la Georgia.

Eurobasket: alla scoperta della Georgia

Squadra ruvida e molto fisica, la Georgia del ct Ilias Zouros punta molto sull'esperienza e sulla solidità del gruppo. Sette su dodici della rosa attuale erano presenti a Eurobasket 2015. Alcuni giocatori sono addirittura alla terza o alla quarta presenza consecutiva in un campionato europeo. La Georgia dispone di un blocco storico che in campo è capace di trovarsi a occhi chiusi. 

La squadra georgiana
La gioia della panchina georgiana nella vittoria sulla Lituania

La Georgia, però, ha una panchina cortissima. Sono solo sette i giocatori utilizzati da coach Zouros fino a qui. Dando un'occhiata ai nomi in squadra, saltano immediatamente all'occhio due vecchie conoscenze del basket italiano: Manuchar Markoishvili (Treviso, Cantù e dal prossimo anno Reggio Emilia) e Giorgi Shermadini (Cantù). I due ex "italiani" sono giocatori molto importanti nelle economie georgiane. Oltre a loro c'è Toko Shengelia: il centro del Baskonia, nella partita contro Israele, ha disputato un match mostruoso segnando 25 punti e catturando 19 rimbalzi. 

La stella

Il giocatore di riferimento della Georgia è Zaza Pachulia. Campione NBA con i suoi Golden State Warriors, Zaza nell'ultima stagione ha viaggiato a 6 punti e altrettanti rimbalzi nel campionato a stelle e strisce. Nonostante le condizioni non proprio ottimali, quest'estate ha deciso di unirsi ugualmente alla nazionale. E questo la dice lunga sull'attaccamento ai colori del suo Paese. 

il georgiano Pachulia
Zaza Pachulia, campiona NBA con i Golden State Warriors

Classe 1984, Pachulia è in NBA da ormai quattordici anni, ossia dal 2003 quando fu scelto al secondo giro dagli Orlando Magic. Da allora ha cambiato diverse maglie, giocando quasi mille partite in NBA. Come detto, lo scorso giugno si è laureato campione con i Golden State di Curry, raggiungendo così il punto più alto della sua carriera. Per Pachulia questa è la terza presenza ad Eurobasket; prima di questa, infatti, è sceso in campo nell'edizione del 2011 e in quella del 2015.

La strada verso gli Europei

La Georgia è una delle squadre che ha impressionato maggiormente nella fase di avvicinamento al campionato europeo. Gli uomini di coach Zouros hanno raccolto sette vittorie su nove incontri disputati. Tra le vittime ci sono anche squadre illustri come Serbia, Grecia, Lituania e Lettonia. Nelle prime quattro partite di Eurobasket, i georgiani hanno raccolto due vittorie e altrettante sconfitte.

La storia e i precedenti con l'Italbasket

Nazionale senza una grandissima tradizione cestistica, la squadra georgiana è alla quarta presenza consecutiva in un campionato europeo. Il miglior risultato ottenuto ad Eurobasket è l'ottavo di finale conquistato nel 2015, dove fu poi eliminata per mano della Lituania (che poi eliminò anche gli azzurri nei quarti).

l'italiano Aradori
Pietro Aradori contro la Georgia nel torneo dell'Acropolis

L'ultimo scontro diretto con gli azzurri risale al torneo dell'Acropolis dello scorso agosto. In quell'occasione a vincere furono gli azzurri che si imposero per 73-65 grazie ai 17 punti di Pietro Aradori. In partite ufficiali, invece, georgiani e italiani si sono affrontati soltanto due volte e in entrambe le occasioni l'Italbasket si impose con risultati impressionanti: la prima volta risale al 1998, quando gli azzurri vinsero 90-43; l'anno successivo l'Italia trionfò 64-105 in terra georgiana. Nonostante la qualificazione sia già certa, la partita di oggi è fondamentale per il piazzamento finale nel gruppo e per il conseguente accoppiamento agli ottavi di finale. Gli azzurri dovranno dimenticare in fretta la partita di ieri con la Germania, ritrovando invece la mentalità e l'aggressività vista contro la Lituania. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.