Disastro Argentina, pari con il Venezuela: i Mondiali sono a rischio

Al Monumental l'Albiceleste di Sampaoli non va oltre il pareggio contro il fanalino di coda Venezuela: le ultime due partite saranno decisive.

1k condivisioni 143 commenti

di

Share

Si complica (e molto) il cammino verso il Mondiale dell'Argentina di Leo Messi e Jorge Sampaoli. L'Albiceleste fallisce, in casa al Monumental, la più facile delle vittorie contro il Venezuela ultimo nella classifica sudamericana di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018.

Si complica perché adesso mancano solo due giornate e l'Argentina si trova in quinta posizione, quella che significherebbe spareggio con la Nuova Zelanda.

Vanno addirittura sotto, gli uomini di Sampaoli, quando al 50' Jhon Murillo realizza il gol dell'incredibile 0-1. La reazione porta all'immediato pareggio, un'autorete dell'ex Parma, Rolf Feltscher, che nel tentativo di anticipare Icardi su cross dal fondo di Marcos Acuna spedisce il pallone nella sua porta. La rimonta però non si concretizza e adesso per l'Argentina, raggiunta a 24 punti dal Perù (2-1 in Ecuador), si mette male.

Argentina, Mondiali a rischio

L'unico lato positivo arriva dai risultati delle dirette concorrenti, visto che sia il Cile sesto che il Paraguay settimo, sono usciti sconfitti rispettivamente con Bolivia e Uruguay. Adesso Messi e compagni non possono più sbagliare nelle ultime due giornate a disposizione, che prevedono lo scontro diretto ad alta tensione in casa con il Perù e la delicatissima trasferta in Ecuador, con i noti problemi di altitudine.

Impegni comunque alla portata del Dream Team guidato da Messi e Jorge Sampaoli, ma non sono ammessi più passi falsi, come spiega anche lo stesso selezionatore al termine della partita:

Ci restano due partite in cui dovremo fare di tutto per vincere. Se giocheremo come contro il Venezuela nel primo tempo, allora avremo buone chance di riuscirci. La squadra era ben collegata con l'attacco, abbiamo giocato con entusiasmo: nel secondo tempo ci siamo un po' disuniti e subire un gol alla prima occasione non aiuta.

Nonostante questo, il commissario tecnico dell'Argentina non rinnega assolutamente il suo credo:

Per noi era un'occasione importante di migliorare la classifica, ma nel calcio certe cose possono capitare: abbiamo avuto 11 occasioni nitide per andare in gol e non ci siamo riusciti, loro alla prima lo hanno fatto. Questo può confondere un po' le idee. Dispiace non riuscire a valorizzare una superiorità schiacciante, ma di certo noi proveremo a qualificarci al Mondiale giocando a calcio.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.