Rashford sbaglia e poi salva l'Inghilterra: l'ascesa di un fenomeno

Nel match contro la Slovacchia, l'attaccante inglese prima regala agli avversari la palla del vantaggio, poi propizia il pareggio e segna la rete della vittoria.

Rashford

1k condivisioni 5 commenti

di

Share

Dalle stalle alle stelle. È il tragitto percorso da Marcus Rashford ieri sera nel match di Wembley fra Inghilterra e Slovacchia. In palio c'era il primato del girone F delle qualificazioni alla Coppa del Mondo di Russia 2018. Al fischio di inizio la Nazionale di Southgate conduceva il gruppo con 17 punti davanti proprio a quella di Kozak, distaccata di due lunghezze.

Il giovane attaccante del Manchester United, inspiegabilmente schierato dal suo ct a destra in un centrocampo a quattro, impiega 3 minuti per cucinare la frittata. Una palla persa banalmente sulla tre quarti, a Lobotka non sembra vero, ringrazia, scambia con Nemec e vola a superare Hart, di sale. Come il resto della squadra e come tutto lo stadio.

In un attimo la festa sembra diventare incubo. Le maglie blu di Hamsik e compagni aprono il cassetto dei ricordi scomodi e il fantasma dell'Islanda sembra impossessarsi di Wembley. Cala il gelo sullo stadio mito per la Nazionale dei Tre Leoni.

Rashford sbaglia e poi salva l'Inghilterra: l'ascesa di un fenomeno

A Mourinho probabilmente sarebbe venuto un colpo apoplettico, ma Gareth Southgate è fatto di altra pasta e non si impressiona. Magari pensa proprio al portoghese: se lui schiera Rashford sempre a sinistra dell'attacco un motivo forse ci sarà e decide di correggere l'errore di partenza. Ecco che la partita cambia volto, grazie anche alla forza interiore di un ragazzo che non ha ancora 20 anni ma il coraggio di un veterano.

Gol di Lobotka
Lobotka gela Wembley e festeggia il vantaggio sotto gli occhi di Rashford

Il gol regalato a Lobotka dopo soli tre minuti di partita poteva equivalere a un jab alla tempia, roba da mandare ko chiunque. Non Marcus, che riportato sulle sue zolle ha dimostrato subito di che pasta è fatto: prima un cross per Alli, la cui conclusione è murata dalla difesa, poi un tiro affrettato, fino al corner che proprio lui va a battere al 37' e sul quale arriva Dier che di controbalzo firma il pareggio dell'Inghilterra.

Dier goal
Il gol del pareggio di Dier su corner battuto da Rashford

Ora occorre chiudere il lavoro. Chi ci pensa? Ancora lui il ragazzino col futuro da fenomeno: due tocchi su passaggio di Jordan Henderson, prima di esplodere un missile da 23 metri che non lascia scampo a Dubravka. Finalmente Wembley esplode e Rashford può coccolarsi le parole di Ryan Giggs che lo aveva paragonato a Thierry Henry. A suggellare la sua prestazione da man of the match c'è l'abbraccio di Southgate, che ai microfoni ha dichiarato:

Marcus ha reagito da uomo vero. Non sono sorpreso: lui è davvero molto maturo per la sua età. Non ha paura di niente, ha avuto un impatto enorme sulla partita, facendo salire la squadra e portandoci alla vittoria.

Rashford goal
La vittoria arriva da un missile di Rashford

La Slovacchia si consola con Skriniar

Ora solo la matematica nega ancora la qualificazione all'Inghilterra, mentre la Slovacchia, che adesso si trova a dover difendere la seconda posizione dagli attacchi di Scozia e Slovenia, si consola con la grande prestazione di Milan Skriniar, un altro giovane talento. L'interista, pur schierato nell'inedito ruolo di mediano davanti alla difesa, ha impressionato per concretezza e incisività. Un'opzione in più per Spalletti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.