Qual. Mondiali, Italia-Israele 1-0: Immobile salva gli Azzurri

Dopo un primo tempo povero di occasioni, gli uomini di Ventura vanno meglio nella ripresa e portano a casa i tre punti grazie al colpo di testa di Immobile.

L'esultanza dell'Italia

606 condivisioni 39 commenti

di

Share

Dopo la debacle con la Spagna, l'Italia torna a vincere battendo 1-0 Israele. Al Mapei Stadium di Reggio Emilia gli Azzurri faticano ma conquistano i tre punti grazie al colpo di testa vincente di Ciro Immobile al minuto 52.

A meno di miracoli, sarà una vittoria inutile ai fini del primato, visto che a due giornate dal termine la Spagna capolista (8-0 al Liechtenstein) si trova a tre punti e diciassette gol di vantaggio. A preoccupare Ventura è però soprattutto la brutta prestazione della Nazionale nei primi quarantacinque minuti, nonostante la differenza tecnica degli avversari odierni rispetto alla Roja.

I prossimi impegni dell'Italia saranno quelli contro Macedonia (il 6 ottobre) e Albania (il 9), gli ultimi prima dei probabili play-off di metà novembre.

Il racconto di Italia v Israele

ItaliaCopyright GettyImages
Harush spegne le ambizioni di Immobile

Esattamente un anno fa Gian Piero Ventura esordiva in gare ufficiali come ct della Nazionale, proprio contro Israele (1-3). Dieci partite e un cambio di modulo dopo, l'ex tecnico di Bari e Torino sceglie ancora il 4-2-4, confermando nove undicesimi della squadra sconfitta al Bernabeu: escono lo squalificato Bonucci e l'infortunato Spinazzola, entrano Astori e Conti, al debutto in maglia azzurra. Sull'altra panchina, alla prima gara senza il 'ribelle' Zahavi, il ct Levy si affida all'attaccante del Beitar Jerusalem Itay Shechter, supportato dalle due ali Refaelov e Melikson.

Nonostante l'occasione di Belotti in avvio (tiro dal limite finito fuori dopo 40 secondi), l'Italia si limita a gestire il pallone a centrocampo, senza riuscire ad entrare nell'area di rigore avversaria. Dall'altra parte Cohen mette paura a Buffon con un colpo di testa, mentre Kabha non riesce a concludere una bella percussione solo per l'intervento decisivo, in scivolata, di Andrea Conti. Le occasioni scarseggiano e le statistiche, così come i fischi provenienti dagli spalti, sono impietose: allo scoccare del 30', nonostante il 73% di possesso palla, Belotti e Immobile hanno toccato in due appena nove palloni.

L'uomo più pericoloso della prima frazione è sicuramente Cohen: il centrocampista dell'Ingolstadt impegna Buffon con una precisa conclusione al 42'. L'occasione per gli Azzurri arriva nel recupero: tiro di Insigne, Harush risponde di piede.

Secondo tempo: Immobile firma la vittoria

ImmobileCopyright GettyImages
L'esultanza di Immobile

Nella ripresa Immobile va due vicino al vantaggio, Insigne gli fa eco con un tentativo da fuori area. È però il centravanti della Lazio a realizzare il gol dell'1-0, deviando in rete, di testa, il cross di Candreva.

Dai piedi dell'esterno dell'Inter partono le occasioni più pericolose: su un suo traversone Belotti sfiora il 2-0, trovando l'ottimo intervento di Harush. È ancora il portiere israeliano a dire di no all'attaccante del Torino, alla continua ricerca del quinto gol azzurro. L'ultimo brivido prima del triplice fischio porta la firma di Ben Haim: Buffon è attento e salva l'Italia dalla figuraccia.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.