La Liga all'Uefa: "Psg e Manchester City rovinano il calcio"

Il presidente della Liga, Javier Tebas, chiede ufficialmente all'Uefa di vigilare sui due club: "Danneggiano il nostro sport: si applichi il Fair Play Finanziario".

Neymar

2k condivisioni 138 commenti

di

Share

Che l'Uefa avesse deciso di investigare sulla conformità dei movimenti di calciomercato del Paris Saint-Germain ai dettami del Fair Play Finanziario era cosa nota. Lo aveva comunicato lo stesso ente tre giorni fa:

La Camera Investigativa dell'Organo di Controllo Finanziario per Club della Uefa ha aperto un'inchiesta formale sul Paris Saint-Germain. L'inchiesta sarà incentrata sulla conformità del pareggio di bilancio, in particolare dopo i recenti trasferimenti della finestra di mercato estiva. 

Meno noto - anche se non mancavano i sussurri - era che l'apertura dell'inchiesta fosse arrivata dopo una formale richiesta della Liga, che lo ha annunciato oggi in un comunicato:

La Liga plaude al fatto che l'Uefa abbia aperto un'inchiesta formale sul Fair Play Finanziario a carico del Paris Saint-Germain. Tale inchiesta viene dopo che la Liga la ha formalmente richiesta per PSG e Manchester City in agosto.

Ma l'organismo guida del campionato spagnolo ha deciso di uscire completamente allo scoperto, dichiarando di aver invitato l'ente del calcio europeo a non fermarsi agli ultimi movimenti del club francese, bensì ad andare a controllare tutta la storia recente dei suoi movimenti. Secondo il presidente del campionato spagnolo Javier Tebas, infatti, gli ultimi trasferimenti del club di Al-Khelaifi non sono altro che il risultato di anni di doping finanziario in loro favore.

La Liga chiede aiuto all'Uefa: "Manchester City e Psg rovinano il calcio"

Non contenta, la Liga ha aggiunto di aver chiesto all'Uefa di non limitare i controlli finanziari al Psg, estendendoli altresì al Manchester City. Parlando all'Associated Press, infatti, Tebas ha dichiarato:

I finanziamenti che Psg e Manchester City ricevono sotto forma di aiuti di Stato stravolgono le competizioni europee e creano una spirale inflazionistica che danneggia irreparabilmente l’industria del calcio.

Da Neymar a Mbappé

Nel mirino di Tebas ci sono le faraoniche campagne di calciomercato degli ultimi anni dei due club a proprietà araba. In particolare, nell'ultima finestra estiva i francesi hanno acquistato due top player come Neymar e Mbappé per una cifra complessiva di oltre 400 milioni di euro, a fronte di poco più di 60 incassati dalle cessioni.

55 milioni per Kyle Walker

Formalmente, però, va detto che il primo è stato pagato con una sorta di sponsorizzazione di Stato, mentre il secondo è arrivato con la formula del prestito. Stellare, comunque, anche il calciomercato del Manchester City, pur se appena meno eclatante, con una spesa di quasi 250 milioni, di cui un quinto per il laterale Kyle Walker, e cessioni ferme a 96.

Kyle Walker
Walker, arrivato in estate al Manchester City dal Tottenham

La pagliuzza e la trave

Tutto giusto? Certo, se non fosse per la storia della pagliuzza e della trave. Quello che Tebas nel suo grido di dolore "dimentica", infatti, è che club di Liga come Real Madrid e Barcellona, ma anche Athletic Bilbao e Osasuna, sono sotto inchiesta dalla fine dello scorso anno da parte dell'Unione Europea. Costituiti come Sociedad Anonima Deportiva, infatti, hanno potuto godere per oltre 20 anni - secondo Bruxelles - di regimi fiscali agevolati senza che vi fosse alcuna giustificazione oggettiva.

Barcellona-Real Madrid
Anche Barcellona e Real Madrid sono sotto inchiesta per aiuti di Stato

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.