Italia, Ventura difende le proprie idee: contro Israele ancora 4-2-4

Nonostante il ko con la Spagna e le assenze di Bonucci e Spinazzola, il ct azzurro non rinuncia al suo modulo di riferimento e lo riproporrà contro Israele.

Giampiero Ventura, ct dell'Italia, non cambierà dopo il ko contro la Spagna

404 condivisioni 40 commenti

di

Share

Adeste fideles. Nella versione sportiva del canto natalizio trascritto da Sir Francis Wade nel '700, Giampiero Ventura difende a spada tratta le proprie idee sulla panchina dell'Italia. Nonostante il pesante ko del Santiago Bernabeu contro la Spagna, sorridente per 3-0 sabato sera, il commissario tecnico azzurro non cambia la propria rotta tattica: contro Israele sarà ancora 4-2-4.

La nazionale azzurra è tornata in Italia dalla Spagna nella mattinata di ieri ed è al lavoro a Coverciano, Firenze, dove prosegue il ritiro in vista della partita di martedì a Reggio Emilia contro Israele. Una sfida decisiva per blindare almeno il secondo posto, oggi in cassa con 16 punti e con quattro lunghezze di vantaggio sull'Albania terza, quando al termine del girone di qualificazione mancano tre turni. Così, se per il primato e la qualificazione diretta al Mondiale di Russia 2018 agli uomini di Ventura servirebbe un mezzo miracolo, la via per gli spareggi non appare complicata.

Delle nove Nazionali che concluderanno i rispettivi gironi di qualificazione al secondo posto nei rispettivi gironi, solo otto parteciperanno al sorteggio degli spareggi in programma tra il 9 e il 14 novembre, previsto dal calendario per il 14 ottobre: nella speciale classifica che considera solo i punti conquistati contro la prima, la terza, la quarta e la quinta di ogni girone, oggi l'Italia è alla pari con Svezia, Grecia, Croazia e Irlanda a 10 punti, alle spalle di Irlanda del Nord (13), Portogallo e Slovacchia (12) e davanti al Montenegro (7). Per tenere a distanza Jovetic e compagni, sarà vietato sbagliare.

Qualificazioni mondiali, la classifica del Gruppo G: Italia seconda
Qualificazioni mondiali, Italia seconda nel Gruppo G: la classifica

Italia, blindare il secondo posto: Ventura non cambia, sarà 4-2-4

Contro l'Israele del reietto Eran Zahavi, che non sarà presente dopo aver annunciato la decisione di lasciare la squadra in seguito ai fischi ricevuti dai suoi tifosi durante la partita contro la Macedonia, il ct Ventura dovrà fare a meno di Leonardo Bonucci, squalificato dopo l’ammonizione con la Spagna, e Leonardo Spinazzola, infortunato. Due assenze importanti in difesa.

Se il reparto arretrato in Spagna aveva rimediato una sonora bocciatura, a causa delle tre reti incassate da Buffon, il resto della squadra non aveva certo fatto meglio: elementi non sufficienti a dettare il cambio di rotta tattica in casa Italia. Per Ventura si va avanti con il 4-2-4, marchio di fabbrica del ct dai tempi di Pisa, Bari e Torino: in difesa, con Giorgio Chiellini ai box per infortunio, ci sarà così spazio per Davide Astori al centro, mentre Andrea Conti troverà posto a destra, con Matteo Darmian dirottato in corsia mancina. In regia, considerata la partita d'attacco che gli Azzurri dovranno giocare, avranno una chance per il riscatto Daniele De Rossi e Marco Verratti, sovrastati dalla superiorità numerica spagnola.

Marco Verratti, prova negativa sabato al "Bernabeu" contro la Spagna
Marco Verratti, serata no sabato al "Bernabeu" contro la Spagna: contro Israele sarà chiamato al riscatto

Le indicazioni tattiche maturate al Bernabeu, dove l'Italia era stata in costante sofferenza a centrocampo, non cambiano quindi le convinzioni di Ventura: in attacco, dove si candidano per una maglia Eder e Bernardeschi, dovrebbero trovare ancora spazio Antonio Candreva e Lorenzo Insigne sulle corsie esterne e la coppia formata da Andrea Belotti e Ciro Immobile al centro. L'attaccante del Torino, autore di una prodezza in campionato contro il Sassuolo, e il numero 17 della Lazio, autore della doppietta decisiva in Supercoppa Italiana contro la Juventus, avranno il compito di bucare la porta israeliana. Tutti uniti dal coraggio delle idee del ct: lo stesso che porta a pensare che non può essere una sconfitta, per quanto rovinosa, a complicare il lavoro di un anno. Per le conferme, presentarsi domani sera alle 20.45 al Mapei Stadium di Reggio Emilia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.