Borussia Dortmund, Tuchel su Dembelé: "Barcellona era il suo sogno"

Quello di Dembelé è stato uno dei casi più eclatanti delle ultime settimane di mercato. L'ex tecnico del Dortmund però lo difende: "Ha sempre sognato il Barcellona".

Il Barcellona è da sempre il sogno di Dembelé. Lo conferma l'ex mister del Borussia Dortmund Tuchel

1k condivisioni 9 commenti

di

Share

Fedeltà e riconoscenza. Nel calcio non ci sono mai. O quasi. Perché proprio mentre i tifosi del Borussia Dortmund, e un po’ quelli sparsi in tutto il mondo, criticano il comportamento di Dembelé, che pur di lasciare i gialloneri ha disertato l’allenamento cercando lo scontro frontale con la società, il suo ex allenatore Thomas Tuchel lo difende.

Quando il Barcellona si è fatto avanti ufficialmente per prendere l’esterno francese e il club tedesco ha rifiutato l’offerta, Dembelé ha saltato l’allenamento, motivo per il quale il Borussia Dortmund lo ha multato e sospeso. Il giocatore però non si è intimorito e ha deciso di partire per Parigi senza avvertire nessuno, restando in Francia fino alla chiusura della trattativa.

La Bild pubblicò perfino delle foto della casa affittata da Dembelé (il cui proprietario è Klopp), dimostrando come il francese avesse deliberatamente lasciato alcuni mobili e delle poltrone in giardino sotto la pioggia. La guerra di nervi alla fine l’hanno vinta tutti: il giocatore, che è effettivamente andato al Barcellona, e il Borussia Dortmund, che ha incassato (bonus compresi) 148 milioni di euro. Ai tifosi però il comportamento del ragazzo non è piaciuto.

Vota anche tu!

Dembelé aveva ragione a impuntarsi col Borussia Dortmund per andare al Barcellona?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Borussia Dortmund, Tuchel difende Dembelé

L’ex allenatore del Borussia Dortmund Tuchel va controcorrente. Per lui il comportamento di Dembelé è comprensibile. Prima di continuare è giusto sottolineare che fra i due c’era un rapporto molto solido. Tuchel è infatti stato scaricato da tutto lo spogliatoio al termine della stagione. L’unico a non voltargli le spalle è stato proprio il francese. Per questo il tecnico giallonero ha voluto dare il proprio sostegno al ragazzo.

Non c’ero e non so cosa abbia fatto esattamente. Ma bisogna stare attenti a non diventare moralisti. Fin dalle prime volte che ci ho parlato ha sempre detto che il suo obiettivo e il suo grande sogno fosse quello di arrivare al Barcellona. Quando è arrivato da noi aveva altre offerte ma le ha rifiutate perché ci aveva dato la sua parola. Alla sua età non sarei stato così integro moralmente.

Dembelé Barcellona
La presentazione di Dembelé al Barcellona

Fedeltà e riconoscenza. Nel calcio non ci sono mai. Per questo, indipendentemente da quel che si pensa del caso Dembelé, la presa di posizione di Tuchel fa comunque notizia.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.