UFC Fight Night Rotterdam: collisioni e spettacolo ad alta quota

Una serata da urlo in quel di Rotterdam: UFC torna in Olanda, regalando una main card con 3 match su 4 terminati prima del limite.

Alexander Volkov hits Stefan Struve

115 condivisioni 0 commenti

di

Share

Una notte olandese in cui le uniche pale - figurate, chiaramente - sono state quelle scagliate in faccia ai fighter impegnati all'Ahoy Rotterdam dell'omonima città. Dopo aver sciorinato gratuitamente uno dei luoghi più comuni dei Paesi Bassi però, non possiamo non essere stra-felici del ritorno di UFC. Al termine di quasi un mese di pausa forzata infatti, la più grande promotion al mondo è tornata in grande stile, offrendoci una card europea che è stata il perfetto antipasto in vista del grande evento della prossima settimana - di cui parleremo alla fine -. Quattro i match commentati in una insolita prima serata dal nostro Alex Dandi, di cui tre finiti prima del limite. Si è partiti proprio con l'unico incontro terminato ai punti, dove Leon Edwards è stato in grado di imporsi su Bryan Barberena per decisione unanime. In una contesa valida per la categoria pesi welter abbiamo avuto modo di assistere al dominio dell'inglese di origini giamaicane, che ha largamente imposto il proprio gioco allo statunitense, il quale non è riuscito a chiudere positivamente l'unica situazione positiva piovutagli dal cielo con il knockdown messo a segno nel secondo round.

Successivamente spazio alla categoria pesi gallo femminile, con Marion Reneau che stende la newcomer Talita Bernardo a 4:54 della terza ed ultima ripresa. Una contesa che ha offerto spunti interessantissimi sul grappling, visto il BJJ d'élite di entrambe le contendenti. Un ground and pound poderoso della professoressa californiana non ha tuttavia permesso alla nuova arrivata di ascoltare un eventuale e mai arrivato verdetto dei giudici. Co-main event che si rivela essere la più classica delle storie alla Rocky VI: dopo 500 giorni di lontananza forzata dall'ottagono UFC - causa infortunio - Siyar Bahadurzada si è infatti imposto per KO sul fin lì imbattuto Rob Wilkinson. Vittoria di cuore e rabbia quella dell'uomo di Kabul, protagonista di una storia davvero cruda che lo ha portato a scappare dalla guerra in Afghanistan con la famiglia, emigrando in Olanda e costruendosi un futuro lavorativo importante tanto quanto quello sportivo, vista la laurea in lingue sudata e conquistata. Un KO a 3:10 del secondo round davvero pazzesco, a cui è seguito un momento toccante legato alla celebrazione di una grande persona - prima che combattente -, capace di tornare al successo al rientro nei pesi medi.

Main event ricco di emozioni, ma con qualche interruzione di troppo legata al mancato rispetto dei nuovi regolamenti, che proibiscono una guardia con dita protese in avanti che, come in questo caso, hanno portato eye pokes a iosa. In un incontro andato in scena tra il numero 7 ed il numero 8 dei ranking pesi massimi infatti, Alexander Volkov si impone sul beniamino di casa Stefan Struve a 3:30 del terzo round, dopo una manciata di stop per le già citate ditate e tanti pugni sul mento di uno "Skyscrapper" che se imparasse ad usare per bene il suo allungo sarebbe già campione da anni. Un cecchino made in Russia Vokov, che sfrutta meglio un'altezza minore ma comunque considerevole - 2,01 contro 2,13 metri - ed il background da karateka per mettere a segno dei colpi chirurgici, culminati con una finalizzazione senza scampo. Stefan caro, non sarà il caso di affidarti ad un importante coach di striking, essendo a ventinove anni abbastanza maturo per tentare di spiccare definitivamente il volo?

Il prossimo appuntamento con UFC

Neanche il tempo di pensare a quanto pulita è stata l'aria d'Olanda che sarà subito tempo di gettarsi su una metropoli canadese quale Edmonton. Nella card che andrà in scena nella notte tra sabato 9 e domenica 10 settembre avremo modo di vedere ben due incontri titolati, a cui si aggiungeranno tante altre sfide interessanti che senza dubbio ci consentiranno di abbracciare definitivamente la prossima full immersion all'interno dell'ottagono UFC. Dove? Sempre su FOX Sports, canale 204 di Sky!

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.