Mourinho, dalla panchina al campo: serata da portiere per beneficenza

Lo Special One ha partecipato alla gara di beneficenza per le vittime dell'incendio della Grenfell Tower: il match tra il team di Ferdinand e quello di Shearer è finito 2-2.

1k condivisioni 9 commenti

di

Share

José Mourinho portiere per un giorno. Incredibile ma vero. Il tecnico del Manchester United ha svestito i panni del manager per indossare guanti e maglietta, rigorosamente con il numero 1. Il motivo? Beneficenza. Lo Special One infatti ha preso parte al match in onore delle vittime dell'incendio divampato sulla Grenfell Tower.

Era la notte del 14 giugno scorso quando il grattecielo di 24 piani ha preso fuoco: i 250 pompieri intervenuti sul posto hanno impiegato quasi due giorni per sedare le fiamme. Il bilancio, ancora parziale, parla di almeno 87 morti e 70 feriti. Una stima più precisa sarà non sarà disponibile prima del 2018.

Ecco perché il mondo del calcio si è attivato in memoria delle vittime della catastrofe, organizzando un evento di beneficenza che ha coinvolto giocatori e addetti ai lavori. A Loftus Road si sono sfidare le squadre capitanate da Rio Ferdinand e Alan Shearer: la partita si è conclusa con il risultato di 2-2, per decretare un vincitore sono serviti i calci di rigore.

José Mourinho portiere per un giorno
José Mourinho ha partecipato al match di beneficenza per le vittime della Grenfell Tower

Mourinho, portiere per beneficenza

Non verrà certo ricordato per la carriera da calciatore, Mourinho. Appena 6 stagioni da professionista, prima di dedicarsi anima e corpo al ruolo di allenatore, manager, leggenda. Ma ieri giacca e cravatta hanno lasciato spazio alla divisa da portiere. Lo Special One torna in campo nel Game 4 Grenfell, la partita di beneficenza organizzata da Ferdinand e Shearer.

Mourinho ha giocato la mezz'ora finale dell'incontro entrando al posto di David James. Un paio di parate, qualche uscita con i pugni e anche un gol subito. In modo abbastanza goffo a dire la verità. Ma il tecnico portoghese si è riscattato alla grande durante i calci di rigore, mettendo a segno il terzo penalty per la sua squadra. Solo una parentesi, ovviamente. Dopo la sosta tornerà alla guida del suo Manchester United, che sabato prossimo se la vedrà con lo Stoke City.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.