Everton, multa in arrivo per Rooney. E Koeman pensa di scaricarlo

L'attaccante inglese dovrà pagare 320 mila sterline di multa all'Everton dopo essere stato arrestato per guida in stato d'ebbrezza. E Koeman pensa già di scaricarlo.

Wayne Rooney e Ronald Koeman

1k condivisioni 20 commenti

di

Share

Ancora guai per Wayne Rooney. L'attaccante dell'Everton è stato arrestato lo scorso venerdì per guida in stato di ebbrezza, mentre si trovava fuori casa a bordo di un Maggiolino nero, ed è stato rilasciato su cauzione. Adesso dovrà comparire davanti ai magistrati di Stockport, nella contea di Greater Manchester, il prossimo 18 settembre.

Wazza dovrebbe essere multato dal club per 320 mila sterline, un importo pari a due settimane di stipendio, e dovrà anche affrontare l'ira di Ronald Koeman. Il manager dei Toffees non ha gradito affatto quanto accaduto all'attaccante inglese. 

L'olandese vuole che i propri giocatori siano concentrati sulla Premier League e per questo non ammette distrazioni fuori dal campo, soprattutto da parte di un giocatore con esperienza come Rooney. I dirigenti dell'Everton, inoltre, sono molto preoccupati dal danno d'immagine arrecato al club in seguito a questa vicenda e stanno valutando quale decisione prendere.

Vota anche tu!

Rooney merita una seconda chance dopo l'arresto?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Everton, Koeman dà l'ultimatum a Rooney

Koeman aveva riportato Rooney a Goodison Park in estate ma il rapporto di fiducia tra i due sembra essere già ai titoli di coda. La rabbia del manager è grande, per il momento non è disposto a concedere una seconda chance al giocatore e ha minacciato di venderlo se dovesse rendersi protagonista di un'altra vicenda simile. L'allenatore aveva già espresso delle preoccupazioni sul vizio dell'alcool che ha da sempre Rooneyma era stato convinto dopo una chiacchierata poco prima che l'ex Manchester United firmasse il suo contratto con l'Everton

Rooney
Wayne Rooney scortato da Paul Stretford, il suo agente, in seguito all'uscita dalla prigione

Koeman è conosciuto per essere un sergente di ferro. Nel corso della sua carriera ha preso provvedimenti disciplinari nei confonti di Zlatan Ibrahimovic e Mido ai tempi dell'Ajax, e di Sadio Mané al Southampton. Voleva rendere Rooney un mentore per i giovani calciatori, ma ora è diventato un modello da non seguire. L'unica "fortuna" per l'inglese è che l'incidente sia avvenuto dopo la fine del calciomercato e durante la pausa per le Nazionali, ma la sua convocazione per la prossima gara di Premier League contro il Tottenham a Goodison Park è comunque in forte dubbio.

Le folli notti di Wazza

L'attaccante non è nuovo a episodi del genere. Di recente, infatti, è stato beccato alticcio in due occasioni: nel 2016 fu fotografato visibilmente ubriaco in un hotel di lusso, in seguito alla vittoria dell'Inghilterra contro la Scozia; pochi mesi fa fu pizzicato con il gomito alzato in un pub di Chester mentre stava seguendo la partita tra Manchester United e Burnley.

L'ultima avventura è cominciato giovedì pomeriggio, quando dopo gli allenamenti l'attaccante si è recato al ristorante italiano Piccolino ad Alderley Edge, nella contea di Chester. In seguito è stato visto al pub accanto, il Bubble Room, in compagnia di amici e ancora al Symposium mentre reggeva un cocktail in mano. Quest'ultimo bar si trova nella vicina città di Wilmslow, dove intorno alle 1:30 di notte gli agenti di polizia hanno iniziato a pedinare la sua vettura prima di arrestarlo. Rooney, dopo un avvio promettente di stagione (2 gol in 3 partite di Premier League), deve riconquistare ora la fiducia del tecnico e dei suoi dirigenti. Non sarà facile. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.