Eurobasket 2017, le avversarie dell'Italia: alla scoperta dell'Ucraina

Orfani di giocatori importanti come Jeter, Fesenko e Len, gli ucraini sono considerati i più deboli del girone. In passato però hanno saputo farci male.

Un timeout di coach Murzin

62 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo la grande vittoria contro i padroni di casa di Israele, squadra che ospita il gruppo B, per l'Italbasket del ct Ettore Messina è già il momento di pensare a un'altra partita. 

Nel secondo turno della fase a gironi gli azzurri si troveranno di fronte la nazionale ucraina, reduce dalla sconfitta contro la Germania nella prima partita di Eurobasket 2017. Andiamo allora a scoprire nel dettaglio la nostra prossima avversaria.

Eurobasket: alla scoperta dell'Ucraina

A causa di diverse assenze, la nazionale ucraina è probabilmente la squadra più debole del girone. Il commissario tecnico Evgeny Murzin, infatti, in questa edizione di Eurobasket ha dovuto fare a meno di giocatori importanti che avrebbero significato qualche speranza in più. Sotto canestro non ci sono l'avellinese Kyrylo Fesenko e l'NBA Alex Len, mentre tra gli esterni peseranno notevolmente le assenze di Jerome Randle e (soprattutto) Pooh Jeter. Altre due nomi che mancano all'appello sono Sviatoslav Mykhailiuk e Sergii Gladyr.

L'Ucraina
I giocatori ucraini nella prima partita

La squadra è comunque composta da elementi di esperienza, abituati a giocare insieme. Dei dodici convocati da Murzin, ben sette erano presenti anche ad Eurobasket 2017. Quella ucraina è una squadra molto fisica, che prova ad abbassare notevolmente il ritmo della partita. Le chiavi del gioco sono affidate a Denys Lukashov, playmaker dei russi dell'Enisey, e a Olexandr Mishula, giocatore del Dnipro. Tra gli altri occhio a Bobrov, ala con diversi punti nelle mani, e al centro Pustovyi, autore di 11 punti contro la Germania.

La stella

Definirlo stella è probabilmente eccessivo, ma il giocatore con più esperienza e con le potenzialità più grandi è senza dubbio Viacheslav Kravtsov. Potente centro di 213 centimetri, Kravtsov ha alle spalle anche un passato NBA. Nel campionato a stelle e strisce, però, con le maglie di Phoenix Suns e Detroit Pistons non lasciò grandi tracce, tanto che fu tagliato dopo appena due annate. Anche in Europa, con le maglia di CSKA Mosca, Saragozza e Valencia, negli ultimi tre anni ha combinato davvero poco.

L'ucraino Viacheslav Kravtsov
Viacheslav Kravtsov è il giocatore con più esperienza internazionale

Per Kravtsov questa è la quarta partecipazione ad Eurobasket con la sua Ucraina, lo si può quindi definire ormai un giocatore ampiamente navigato. I suoi continui problemi fisici però sono un'incognita su quello che può essere il suo reale contributo.

La strada verso gli Europei

L'estate di preparazione ad Eurobasket 2017 dell'Ucraina è stata tutt'altro che positiva. Con sette sconfitte ed una sola vittoria, la nazionale ucraina ha raccolto un bottino magrissimo. L'unica vittoria è arrivata contro la modestissima Romania (gruppo C), unica nazionale a far peggio quest'estate. Il trend negativo è continuato anche nella prima partita dell'europeo dove, contro la Germania, gli uomini di Murzin sono stati battuti 75-63.

La storia e i precedenti con l'Italbasket

Nonostante l'Italbasket abbia incontrato l'Ucraina in solo due occasioni agli europei, la nazionale gialloblu rievoca brutti ricordi nella memoria degli azzurri. Quattro anni fa infatti, ad Eurobasket 2011, l'Ucraina sconfisse l'Italia in una partita decisiva ai fini della qualificazione al successivo campionato del Mondo. A trascinare quell'Ucraina c'era Pooh Jeter, autore di 20 punti.

L'italiano Hackett
Daniel Hackett nell'ultimo precedente con l'Ucraina

E proprio all'Europeo del 2011 l'Ucraina raccolse il proprio miglior risultato personale, arrivando al sesto posto. Nazionale indipendente dall'Unione Sovietica dal 1992, la squadra ucraina ha raccolto soltanto sette partecipazioni ai campionati europei. Gli uomini di Messina non dovranno però prendere sotto gamba un avversario che sembra tutt'altro che irresistibile perché, come ci insegna il recente passato, potrebbe costare davvero molto caro.

Il programma

2 settembre 2017

17:30 Ucraina – Italia (diretta Sky Sport HD)

3 settembre 2017

17:30 Lituania – Italia (diretta Sky Sport HD)

5 settembre 2017

17:30 Germania – Italia (diretta Sky Sport HD)

6 settembre 2017

16:30 Georgia – Italia (diretta Sky Sport HD)

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.