Calciomercato, Barcellona e promesse al vento: "Neymar resta al 200%"

La comunicazione del club sugli eventi del mercato estivo si è rivelata spesso confusa e contraddittoria per i tifosi. Il caso del brasiliano è esemplare.

Neymar

1k condivisioni 26 commenti

di

Share

A dare ascolto ai tifosi del Barcellona, la sessione di calciomercato appena conclusa è stata una debacle per i colori blaugrana. Perso Neymar, non è arrivato nessuno dei top player a lungo associati al club - come Verratti, Coutinho o Di Maria - e gli acquisti di Paulinho e persino di Dembelé sono stati spesso visti dai sostenitori come niente più che un pannicello caldo.

Quello che è emerso nei due mesi di intense trattative estive è che, per definire attivo il saldo di mercato, al club catalano non mancano soltanto i giocatori invocati dai tifosi, chi dice un centrocampista, chi un esterno, chi un rinforzo per una difesa non proprio impenetrabile. Quello che serve in società è forse soprattutto una seria riorganizzazione dell'impianto di comunicazione.

Va bene confondere le idee alla concorrenza e non raccontarla sempre giusta per depistare i rivali sulle reali intenzioni del club, ma in questa lunga estate la comunicazione del Barça è parsa spesso procedere a tentoni, con dirigenti, funzionari e anche giocatori che parlavano a nome della società, senza però che ci fosse una parvenza di filo conduttore.

Calciomercato, Barcellona e promesse al vento: "Neymar resta al 200%"

Paradigmatico ed esemplare è stato il caso della cessione di Neymar al Paris Saint-Germain, che il 3 agosto scorso ha versato al Barcellona i 222 milioni della clausola rescissoria contenuta nel contratto del brasiliano. Sulla questione il club ha avuto una levata di scudi il 21 luglio per bocca di due dirigenti. Prima Roberto Fernandez, ex centrocampista e ora segretario dell'area tecnica, aveva affermato che il brasiliano non era in vendita - e fin qui va bene - e si era detto certo che nessuno ne avrebbe pagato la clausola. Poi era toccato a Jordi Mestre, vice presidente e direttore dell'area sportiva, mettere la pietra tombale sulla vicenda:

Quest'estate Neymar non si muoverà dal Barcellona al 200%.

Neymar al Paris Saint-Germain

Voce e sede meno ufficiale, ma un'altra rassicurazione ai tifosi era arrivata da Gerard Piqué che il 23 luglio aveva postato un tweet rasserenante con tanto di foto abbracciato al brasiliano sorridente e la frase "Rimane".

La firma di Messi

Anche il presidente ha dato il suo contributo a destabilizzare le certezze dei sostenitori. Sul rinnovo di Messi, atteso da tempo, si può dire quanto meno che abbia venduto la pelle dell'orso prima di averlo preso. Il 28 luglio si è sbilanciato ufficialmente:

Messi ha firmato il contratto pochi giorni fa. Abbiamo già concordato che prima di iniziare il campionato faremo una presentazione per annunciare l'accordo quadriennale, che comunque è già firmato.

Il presidente Bartomeu
Il presidente del Barcellona Bartomeu

Gli acquisti annunciati

Ma il presidente non ha lesinato di seminare nei fan speranze di arrivi poi risultate vane, come nella dichiarazione di inizio luglio:

Verratti è un giocatore che piace agli allenatori, Ernesto Valverde vuole che venga e anche Segura e Boada. E soprattutto il giocatore vuole venire al Barça.

Marco Verratti
Marco Verratti è stato a lungo in contatto col Barcellona

Defilatosi Bartomeu, la chiusura di calciomercato è stata lasciata all'ineffabile Roberto Fernandez, che a due giorni dalla fine delle trattative ha dato fiato alle trombe:

Prenderemo ancora uno o due giocatori.

Forse Coutinho e Di Maria?

Cantera e squadra B

La Masia ha spesso rappresentato ossigeno puro per la squadra A del Barcellona, ma ultimamente il club è accusato di averla trascurata e di non dare più abbastanza spazio ai giovani. A tranquillizzare tutti ci ha pensato ancora una volta Roberto, affermando che molti dei ragazzi arriveranno in prima squadra quest'anno, spalleggiato da Bartomeu che il mese scorso si è persino sbilanciato a fare nomi, anzi un nome:

Molti ragazzi hanno ultimato il loro necessario periodo di formazione e saliranno in prima squadra. Uno di questi è sicuramente Marlon.

Che infatti l'altro giorno è stato spedito in prestito secco al Nizza.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.