Calciomercato Juventus, ritratto di un campione: Benedikt Howedes

Arriva alla Juve in prestito con diritto di riscatto. Campione del mondo con la Germania nel 2014, ha segnato all'Inter ai quarti di Champions League nel 2011.

Benedikt Howedes è il nuovo acquisto della Juventus. Arriva dallo Schalke 04

772 condivisioni 32 commenti 5 stelle

di

Share

Un leader, un tifoso, un capitano, una bandiera. Tutto questo è stato Benedikt Howedes per lo Schalke. Ora se ne va, con tanta amarezza per come è finita. Domenico Tedesco, appena diventato allenatore del club di Gelsenkirchen, lo ha declassato. Da 10 giorni non è più lui il capitano.

Howedes ci è rimasto male. Non se lo aspettava, non se lo meritava. La decisione, ufficialmente, è stata presa per responsabilizzare di più i compagni, lui l’ha presa come una mancanza di fiducia. Dopo oltre 20 anni allo Schalke (compreso il periodo nel settore giovanile) ha quindi chiesto la cessione. Andrà alla Juventus. Ottima operazione di calciomercato.

I bianconeri lo prendono in prestito con obbligo di riscatto legato alle presenze. L’annuncio potrebbe arrivare già nelle prossime ore. All’inizio della scorsa stagione noi di Fox Sports lo abbiamo intervistato. E lui in quel momento non riusciva a immaginarsi lontano dallo Schalke, lontano da casa sua. Ma nel calcio le cose possono cambiare in fretta. Ancora di più nel calciomercato.

Lo Schalke mi ha permesso di esordire e di emergere in Bundesliga, mi ha dimostrato ulteriore fiducia dandomi la fascia da capitano fin da giovanissimo. Voglio continuare a lottare per questo club e aiutarlo ad ottenere buoni risultati. Per questo recentemente ho rinnovato fino al 2020.

Vota anche tu!

Calciomercato Juventus, ti piace il colpo Howedes?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Calciomercato Juventus, ritratto di Howedes

Quando Howedes sia importante per lo Schalke lo si evince da un particolare. Lì sono cresciuti tanti grandi giocatori come Neuer, Draxler, Sané e Ozil. Eppure, entrando nella Knappenschmiede, il settore giovanile dello Schalke, c’è un’insegna con una frase significativa:

Si entra piccoli, si esce grandi.

All’inizio della frase l’immagine di Hӧwedes a 8 anni, alla fine della stessa l’immagine del difensore con la coppa del mondo in mano, vinta da protagonista con la Germania nel 2014.

Howedes
Howedes con lo Schalke

La Juventus chiude l’operazione di calciomercato con un giocatore altamente carismatico: quando Boateng era allo Schalke in molti dicono che i due siano perfino arrivati alle mani, anche se entrambi hanno sempre smentito. Nel 2011 è entrato nella storia del club segnando un gol pesantissimo a San Siro contro l’Inter campione d’Europa in carica. Con quella rete lo Schalke arrivò per la prima volta in semifinale di Champions League. Emozione indimenticabile per Howedes.

Agli ottavi avevano battuto il Bayern, quindi eliminarli per noi è stato ancor più esaltante. Inoltre vincere 5-2 in casa dei campioni d’Europa non capita spesso. Come non è da tutti riuscire a segnare a San Siro. Fu una serata speciale. Indimenticabile.

Esattamente come, spera Benedikt, sarà l’avventura con la Juventus: indimenticabile.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.