WWE SmackDown diventa più "Glorious": da NXT arriva Bobby Roode

Subito dopo Summerslam, il roster blu si arricchisce dell'ex campione NXT. E torna pure Shelton Benjamin.

Bobby Roode fa il suo debutto a WWE SmackDown

90 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

La World Wrestling Entertainment è sempre ospite del Barclays Center di Brooklyn, a New York, per la terza sera consecutiva. Dopo Summerslam e la puntata di ieri di Raw, stavolta tocca agli atleti di WWE SmackDown andare in scena, con dei nuovi campioni di coppia, gli Usos, e una nuova detentrice del titolo femminile del roster blu, Natalya.

Sono rimasti inalterati invece i due titoli principali, quelli del campione WWE, l’indiano Jinder Mahal, e del campione degli Stati Uniti, AJ Styles. Nel primo caso il Maharajah è riuscito a sconfiggere Shinsuke Nakamura, ancora una volta grazie all’aiuto dei Singh Brothers.

Per quanto riguarda la United States Championship, The Phenomenal One è riuscito a battere Kevin Owens, nel match di Summerslam con Shane McMahon nella veste di arbitro speciale. In entrambi i casi, sono molte le polemiche per come siano andate le cose, ecco perché in questa nuova puntata di WWE SmackDown ci saranno sicuramente sviluppi importanti al riguardo. Non resta che cominciare a raccontarli, come sempre nella rubrica di FOX Sports, WWE-ek SmackDown.

WWE SmackDown post Summerslam

Il primo a raggiungere il ring è AJ Styles, che in quanto campione degli Stati Uniti in carica si dice pronto sin da subito per la US Championship Open Challenge. E a rispondere all’appello è Kevin Owens, che evidentemente non ha ancora digerito la sconfitta di Summerslam. The Phenomenal One lo ferma, gli dice che non è il caso, perché lo ha già battuto e lui non può avere un’altra chance.

KO replica che non è stato battuto, ma che semplicemente la storia si è ripetuta e un McMahon ha defraudato un canadese del suo titolo. Ecco che arriva proprio Shane, la cui versione è invece di essere stato un arbitro imparziale, Owens mostra i filmati in cui schiena AJ Styles.

Shane McMahon conferma la sua versione, chiaramente il piede di AJ è sulla corda, a vincere è stato il migliore e più meritevole. Styles interrompe il diverbio dicendo che potrebbe batterlo di nuovo anche stasera, Kevin Owens è d’accordo e anche Shane, che ufficializza l’incontro. KO però vuole scegliersi l’arbitro, perché non intende essere “derubato” anche stavolta. McMahon acconsente pure stavolta, ma a una condizione: se AJ vincerà stavolta, Owens non avrà più possibilità per la US Championship.

Backstage

I Singh Brothers raggiungono Daniel Bryan nel backstage e lo ringraziano per aver convocato Jinder Mahal in questa grande serata, dopo la prosecuzione del suo regno confermata a Summerslam. Arriva anche il Maharajah, che si aspetta le congratulazioni da parte del General Manager. In realtà sono altre le intenzioni di Bryan. Daniel dice di vedere davanti a sé un campione che sa vincere solo grazie ai Singh Brothers. Per questo motivo crede che Nakamura meriti una vendetta.

Jinder Mahal mette in chiaro che non ha alcuna intenzione di affrontare il giapponese anche stasera, Daniel Bryan replica che non sarà lui a farlo, ma i due fratelli Singh. Passiamo con la telecamera da Kevin Owens, che va da Sami Zayn e gli chiede di arbitrare stasera, perché nonostante si siano affrontati per anni, di lui si fida.

The Underdog from Underground risponde che effettivamente non sa perché ci sia questa rivalità tra loro, Owens insiste dicendo che ha ragione e che visto che non ha niente da fare, come sempre nell’ultimo periodo, almeno ci può riflettere. Le telecamere vanno adesso sul ring, dove Aiden English ci dà un’altra dimostrazione delle sue doti canore. Nel mentre della sua performance, però, si spengono le luci… Inizia a suonare il pianoforte. Sì, è proprio lui. “Glorious” Bobby Roode sbarca a WWE SmackDown!

Aiden English vs Bobby Roode

L’ex campione NXT fa così il suo ingresso nei roster principali e lo fa ovviamente in modo “glorious”. Aiden English viene battuto senza troppi patemi d’animo e grazie alla combo Spinebuster e Glorious DDT. Primo incontro e prima vittoria per Booby Roode.

Subito dopo viene intervistato e spiega quale affare abbiano fatto Shane McMahon e Daniel Bryan a portarlo lì. Perché adesso SmackDown passerà dall’essere grande, all’essere Glorious.

Shelton Benjamin torna in WWE

E l’arrivo di Bobby Roode non l’unica novità. Perché le telecamere passano di nuovo nell’ufficio di Daniel Bryan, che viene raggiunto da Chad Gable per parlare del suo futuro. Gli spiega che oltre ad aver “ceduto” Jason Jordan a WWE Raw, si è anche assicurato di aver preso il suo sostituto e che, se lo vorrà, potrà essere il suo nuovo Tag Team Partner: è Shelton Benjamin, che torna così in WWE. Chad Gable è entusiasta e settimana prossima i due lotteranno insieme.

Intanto Kevin Owens va da Sami Zayn e gli porta una maglietta da arbitro. Questa però viene rifiutata, perché Sami si è ricordato di tutte le volte che è stato pugnalato alle spalle da KO, per cui non vede un motivo per il quale dovrebbe accettare la sua richiesta.

The Hype Bros vs The Usos

I nuovi campioni di coppia, Jimmy e Jey Uso, mostrano le loro cinture in un match non titolato contro gli Hype Bros. L’incontro viene vinto dagli Usos, grazie a un Superkick di Jimmy su Zack Ryder.

Shinsuke Nakamura vs Singh Brothers

Eccoci al punto in cui Shinsuke Nakamura se la deve vedere in un 2 on 1 Tornando Handicap Match contro i Singh Brothers. Sunil e Samir sono come sempre molto fastidiosi, ma alla fine il giapponese riesce a vincere buttando fuori dal ring Samir e e imprigionando Sunil nella Triangle Lock, portandolo a cedere.

Una volta concluso l’incontro Jinder Mahal attacca Nakamura, ma ce n’è anche per lui: Kinsasha sull’indiano.

Backstage

La Fashion Police si offre con Kevin Owens di arbitrare il suo incontro, lui rifiuta in malo modo. Lo raggiunge Baron Corbin, che si mette d’accordo con lui: se gli darà l’opportunità per il titolo, lo farà diventare US Champion stasera. I due sembrano trovare l’intesa e Owens gli lascia la maglia da arbitro.

Natalya e Carmella vs Naomi e Becky Lynch

Dopo la celebrazione di Natalya e le minacce di Carmella (e James Ellsworth) di incassare il Money in the Bank, passiamo all’incontro tra loro due in coppia, contro Naomi e Becky Lynch.

Durante l’incontro Carmella ed Ellsworth cercano il momento giusto per incassare la valigetta, ma vengono fregati da Natalya, che chiede il cambio e lascia Carmella nelle grinfie di Becky Lynch: Esploder Suplex e Split-Legged Moonsault.

Backstage

Dolph Ziggler ci dice che sta per tornare a WWE SmackDown, sotto un’altra veste, probabilmente con una donna ad accompagnarlo. Magari una donna che risplenda al buio (Naomi?). Intanto Lana continua a lavorare con Tamina per prepararla a diventare campionessa femminile.

AJ Styles si sta avviando verso il ring, viene fermato da Baron Corbin vestito da arbitro.

Gli dice che Owens gli ha promesso una chance titolata e chiede cosa offra invece lui. The Phenomenal One risponde semplicemente che aprirà l’Open Challenge ogni settimana, quindi avrà tutte le opportunità che vuole. Corbin è soddisfatto, gli dà una pacca sulla spalla e se ne va.

AJ Styles (C) vs Kevin Owens con Baron Corbin Special Guest Referee

Tutto è pronto dunque per il Main Event della serata, il rematch di Summerslam tra il campione degli Stati Uniti AJ Styles e lo sfidante Kevin Owens. Baron Corbin già dall’inizio sembra favorire Kevin Owens, interrompe la manovra di sottomissione del Phenomenal inventando che Owens aveva toccato la corda.

Poi mentre AJ protesta, KO lo butta addosso a The Lone Wolf, che la prende male e inizia a contare in modo molto accelerato ogni volta che Styles è a terra. Arriva Shane McMahon che comincia a protestare con Corbin, mentre lo fa Owens colpisce AJ nelle parti basse.

L’arbitro si volta e inizia a contare, ma sul 2 viene trascinato fuori dal Commissioner, che gli ordina di togliersi la divisa e andarsene. Adesso c’è un nuovo arbitro ed è proprio Shane McMahon: Kevin Owens è disperato, AJ colpisce poco dopo con la Phenomenal Forerarm, va a prendersi la meritata vittoria e conserva così il titolo degli Stati Uniti.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.