Cristiano Ronaldo, confermata la squalifica: "Non mi abbatteranno"

Il portoghese ha replicato alla notizia del ricorso respinto: "Decisione incomprensibile. Tornerò più forte, come sempre". Salterà le prossime tre giornate di Liga.

Cristiano Ronaldo confermata la squalificata

1k condivisioni 57 commenti

di

Share

Le prime due partite sono andate, adesso ne restano altre tre. Il tribunale amministrativo sportivo spagnolo (TAD) ha respinto il ricorso presentato dal Real Madrid in merito alla squalifica di Cristiano Ronaldo rimediata durante la gara d'andata di Supercoppa di Spagna contro il Barcellona. Il portoghese aveva ricevuto un turno di stop per somma di ammonizioni, e altre quattro giornate per aver spinto l'arbitro De Burgos Bengoetxea. Alcune fonti del club Merengue hanno rilasciato ad AS la loro reazione per questa nuova sentenza:

L'unica soluzione che ci rimane è quella di accettare la decisione dei giudici sportivi, però siamo stati penalizzati molto in questo inizio di stagione. Anche l'espulsione di Ramos al Riazor è stata fiscale per non dire ingiusta.

Pertanto Zidane farà a meno del suo campione nelle prossime due partite contro Valencia e Levante al Bernabéu, e in quella di San Sebastián contro la Real Sociedad.

Cristiano Ronaldo tornerà disponibile in Liga nella gara casalinga contro il Betis il 21 settembre, ma potrà scendere in campo nella prima giornata della fase a gironi di Champions League in programma il 12/13 settembre. Il tecnico, inoltre, ha assicurato che questa sera giocherà per tutti i 90' contro la Fiorentina nel Trofeo Santiago Bernabéu. 

Squalifica, Cristiano Ronaldo: "Da un'ingiustizia all'altra"

Cristiano Ronaldo, una volta appresa la decisione del TAD, è tornato a commentare la notizia sui social network in maniera polemica. Lo scorso 16 agosto, dopo la prima sentenza, aveva pubblicato una foto su Instagram con un messaggio di protesta:

È difficile restare impassibili davanti a questa decisione: cinque partite! Mi sembra esagerato e ridicolo, è una persecuzione! Grazie ai miei compagni e a tutti i miei fan per il sostegno.

Ora ha rincarato la dose scrivendo:

È una decisione incomprensibile. Un'ingiustizia dopo l'altra, che non mi abbatteranno: tornerò più forte di prima, come sempre. Grazie a tutti quelli che mi hanno appoggiato.

Ha scontato 17 giornate di squalifica con il Real Madrid!

Cristiano Ronaldo nel corso della avventura nel Real Madrid ha rimediato sei espulsioni in 396 presenze, ma ha ricevuto in totale ben diciassette giornate di squalifica (comprese le ultime cinque). La prima il 12 dicembre 2009 per doppia ammonizione contro il Valencia, poi, nella stessa edizione di Liga, contro il Málaga segnò una doppietta e rifilò una gomitata ad un avversario: rosso diretto e due turni di stop.

La terza in finale di Copa del Rey contro l'Atlético Madrid (edizione 2012/2013, vinta dai Colchoneros) per un fallo di reazione ai danni di Gabi al 114'. La quarta, il 2 febbraio 2014 a Bilbao, è stata sanzionata con tre giornate di squalifica a causa della rissa in campo con Iturraspe e Gurpegi.

L'irascibilità di Ronaldo si è manifestata completamente il 24 gennaio 2015 in trasferta a Córdoba, quando prima è stato graziato dall'arbitro per una manata non ravvisata e infine è stato espulso per aver rifilato un calcione ad un avversario. Quel pomeriggio uscendo dal campo fece ulteriormente parlare di sé lustrandosi lo stemma di campioni del mondo sulla maglia.

E l'ultima è dello scorso 14 agosto contro il Barcellona e, come sappiamo, è stato punito con una stangata. Ronaldo, in uno spazio di 120", ha segnato un gol sensazionale spedendo il pallone sotto l'angolino, si è tolto la maglietta per mostrare i suoi muscoli al Camp Nou (beccandosi il primo giallo), è stato espulso per simulazione e ha discusso con l'arbitro mentre abbandonava il campo. Insomma: piccoli eccessi di una carriera eccezionale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.