Attentato Barcellona, anche Lucas Digne tra i soccorritori in strada

Secondo il racconto di RAC1 il terzino blaugrana giovedì pomeriggio si trovava in casa, a Plaça de Catalunya, quando ha sentito le grida dei passanti e si è precipitato fuori.

Lucas Digne Barcellona

2k condivisioni 15 commenti 0 stelle

di

Share

Lucas Digne si è reso protagonista fuori dal campo di calcio. Il terzino del Barcellona giovedì scorso ha vissuto in prima persona l'attentato terroristico che ha colpito la città catalana. Il calciatore è stato testimone dell'orrore e del dolore seminato dai terroristi lungo la Rambla, prestandosi come volontario per aiutare le persone coinvolte nell'attentato.

Come lui tantissimi barceloneses e turisti si sono ritrovati dentro la strage che ha provocato 15 morti e centinaia di feriti. Il blaugrana e sua moglie Tiziri vivono nella centralissima Plaça de Catalunya, a lato dei negozi di Passeig de Gràcia e delle terrazze e i chioschi che affollano la Rambla.

Quel maledetto giorno era stato concesso il riposo alla squadra in seguito alla sconfitta del Santiago Bernabéu nella partita di ritorno della Supercoppa spagnola. Digne e la sua dolce metà si trovavano in casa nel pomeriggio quando d'un tratto hanno sentito i rumori provocati dall'impatto violento del furgone bianco e le urla disperate della gente. Si sono affacciati alla finestra e lo scenario che si sono trovati sotto i loro occhi è stato sconvolgente. La coppia si è precipitata immediatamente in strada portandosi appresso delle bottiglie d'acqua e degli asciugamani, unendosi alla moltitudine di persone che passavano nella zona durante quei tragici istanti.

Attentato a Barcellona, anche Digne tra i soccorritori

Il racconto è stato fornito da Gerard Romero, un giornalista della radio sportiva catalana RAC1, ed è stato confermato da fonti vicine al Mundo Deportivo. Il francese però non ha voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali sull'accaduto perché non si reputa un eroe. L'istinto l'ha spinto a comportarsi come molti altri che hanno prestato i primi soccorsi in attesa dell'arrivo delle ambulanze.

La coppia è rientrata a casa dopo che gli agenti di polizia hanno iniziato a transennare la zona e hanno ordinato di liberare le strade, ma dalla finestra hanno continuato a osservare in lacrime i feriti che venivano trasportati d'urgenza nei vari ospedali di Barcellona.

Lucas Digne ha espresso il suo cordoglio su Instagram pubblicando uno scatto di Plaça de Catalunya dal balcone del suo appartamento e ha inserito due emoji: un cuore e le mani giunte in segno di preghiera.

❤️🙏

A post shared by Lucas Digne (@lucasdigne) on

Tiziri ha postato la foto "I see you humans but not humanity" e nella descrizione ha scritto: 

Il mio cordoglio va a tutte le vittime e ai loro famigliari del codardo attentato di oggi a Barcellona! Ho il cuore a pezzi.

La coppia da sempre è innamorata della città catalana, ancor prima che Lucas diventasse un calciatore culé a tutti gli effetti. La scorsa estate i due, infatti, avevano prenotato la stanza di un hotel di Barcellona per godersi le vacanze senza sapere che un giorno si sarebbero trasferiti lì: dove i loro cuori non dimenticheranno mai lo strazio vissuto negli interminabili attimi di panico e terrore. I coniugi Digne, come tantissimi altri eroi senza volto che hanno prestato aiuto alle persone rimaste ferite sulla Rambla, meritano un lunghissimo applauso.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.