Eredivisie, vendetta Feyenoord nel derby: 1-0 contro l'Excelsior

Ai campioni d'Olanda basta il gol di Boetius per vincere la prima stracittadina di Rotterdam e vendicare il ko rovina-festa dello scorso maggio.

220 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Una vendetta cullata per 105 giorni. Il Feyenoord colora di biancorosso il derby di Rotterdam contro l'Excelsior, nella seconda giornata di Eredivisie. Basta l'1-0 siglato dopo 18 minuti dal figliol prodigo Boetius per permettere ai campioni d'Olanda di centrare i primi 6 punti stagionali. Ma soprattutto, per rifarsi del clamoroso 3-0 dello scorso 7 maggio, quando l'attesa festa per il titolo fu incredibilmente rimandata di una settimana.

La storia di questa stracittadina però parla chiaro: rimane quello l'unico successo, negli ultimi 10 incontri, del piccolo ex club satellite (fino al 2006). La formazione di Giovanni van Bronckhorst torna così a recitare il ruolo da protagonista contro i rossoneri di Mitchell van der Gaag.

Una vittoria arrivata non senza qualche ostacolo: in particolare nella ripresa, i padroni di casa hanno provato ad acciuffare il pareggio (e non sarebbe stato neanche troppo ingiustificato). Nulla da fare per i circa 4 mila tifosi del Van Donge & De Roo Stadium (il più piccolo impianto dell'Eredivisie): a festeggiare i tre punti sono i "cugini maggiori" di Rotterdam.

Eredivisie, Feyenoord ringrazia il figliol prodigo Boetius

Il derby di Rotterdam sbloccato/deciso da un figlio di Rotterdam. Un assist in Supercoppa, un altro alla prima giornata, ora il suo primo gol: chiedete a Jean-Paul Boetius se avesse mai immaginato un ritorno a casa migliore, vi risponderà di no. Nato e cresciuto nel Feyenoord, ceduto al Basilea due anni fa e oggi di nuovo in maglia biancorossa: la firma al minuto 18 è quella del figliol prodigo, 944 giorni dopo il suo ultimo centro in Eredivisie. Preciso e freddo, l'esterno classe '94, nel battere in diagonale Damen: strepitoso Vilhena nel servire il compagno di squadra dopo una serpentina da giocoliere. 

Gli uomini di Van Bronckhorst governano il gioco senza fatica, con bomber Jorgensen sfiorano anche il raddoppio appena tre minuti dopo essere passati in vantaggio. I campioni d'Olanda non sono travolgenti, come se non avessero fretta di piazzare il colpo letale. Anche perché i tentativi dell'undici di van der Gaag sono davvero timidi: una conclusione fuori misura di Elbers (tra i castigatori dello scorso 7 maggio) e un sinistro innocuo di Faik le uniche chance dei padroni di casa.

Nella ripresa tutti si aspettano il colpo di grazia da parte del Feyenoord. Ma i biancorossi non sembrano avere il cinismo necessario per chiudere i conti. Anzi, sono proprio i padroni di casa ad alzare piano piano la testa e rendersi pericolosi sotto porta. Tra il 72' e il 77' in particolare: prima con la spaccata di Massop, respinta sulla linea da Jones, quindi con il colpo di testa di Mattheij dopo la splendida giocata di Elbers. Il risultato rimarrà però bloccato sull'1-0 per gli ospiti: il primo derby di Rotterdam della stagione è tutto dei campioni d'Olanda.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.