Dalla Spagna, Marca: "A Madrid Cristiano Ronaldo si sente crocifisso"

Il quotidiano spagnolo lancia un nuovo allarme riguardo CR7: "Il portoghese non ne può più, si sente maltrattato e perseguitato".

Real Madrid, Cristiano Ronaldo sempre più esasperato

2k condivisioni 155 commenti 4 stelle

di

Share

Non c'è pace per Cristiano Ronaldo, i pensieri riguardo il futuro sembrano destinati a dover imperversare nella sua testa ancora per un po' di tempo. Con il ritorno in campo (e gol) nella Supercoppa di Spagna d'andata al Camp Nou, il suo legame con il Real Madrid era apparso di nuovo più saldo che mai, capace quasi di mettere alle spalle anche la "persecuzione" di cui CR7 si sentiva vittima da parte del fisco spagnolo.

A seguire però sono arrivate quelle due ammonizioni, troppo esagerate a suo giudizio, che gli hanno fatto perdere la pazienza, come evidenziato dalla spinta all'arbitro che gli ha impedito non solo di partecipare al Clasico di ritorno, ma che non gli faranno giocare neanche le prime quattro giornate di Liga.

Negli ultimi giorni si è allenato normalmente a Valdebebas, mascherando la rabbia interiore. Ma come riporta Marca, questa non è ancora sfumata:

Lui è ancora arrabbiato, sconvolto, dispiaciuto. Si sente perseguitato.

Il motivo è la mancata riduzione della squalifica di 5 giornate, nella quale aveva sperato durante tutta la giornata di mercoledì. Cristiano Ronaldo era convinto che, rivedendo le immagini, il Comitato d'Appello si rendesse conto almeno che la sua non fosse una simulazione nel contatto con Umtiti.

Real Madrid, Marca: "Cristiano Ronaldo si sente crocifisso"

Poi però è arrivata la doccia fredda: nessuno sconto. Così, una volta resa ufficiale questa decisione, Cristiano Ronaldo è esploso di rabbia, come testimoniato dal suo post su Instagram. Marca continua a raccontare il suo stato d'animo:

Si è sentito affondare. Crocifisso. Chiedeva spiegazioni e non le ha ricevute. È entrato in ebollizione, come quando si convinse a lasciare la Spagna per via dei suoi problemi con il fisco e le accuse di frode per più di 14 milioni di euro. Si sente maltrattato.

Il Real Madrid è al corrente dei suoi pensieri. Anche la presa di posizione di Zidane nella conferenza stampa di presentazione al ritorno della Supercoppa di Spagna è una dimostrazione di un cambio di atteggiamento dell'allenatore alquanto inusuale.

La sua frase "sta succedendo qualcosa" non a caso è stata presa in osservazione da parte del Comitato Tecnico degli Arbitri. Anche Florentino Perez sta battendo i pugni sul tavolo e ha già inoltrato un nuovo ricorso al TAS. Il pubblico del Bernabeu, infine, lo ha celebrato con cori in suo onore durante l'ultima gara. Cristiano Ronaldo è sceso in campo a fine partita per festeggiare insieme a suo figlio con i compagni di squadra del Real Madrid, ha sorriso e posato con la coppa. Ma il malessere c'è ancora, altroché.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.