Comincia la Liga, il Leganes batte 1-0 l'Alaves con gol di Gabriel

Il Leganes fa valere tutta la solidità di chi ha cambiato poco contro l'Alaves nuovo di zecca: la rete di Gabriel vale l'1-0 e regala a Garitano i primi 3 punti della Liga 2017/18.

90 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Inizia così, la Liga spagnola 2017/18: un minuto di silenzio cupo, prolungato, tremendo, e un applauso scrosciante alla fine, in onore delle vittime di Barcellona, al Municipal de Butarque. 

Comincia con il match tra il Leganes che non ha cambiato molto e l'Alaves, vera e propria sorpresa della scorsa stagione, che ha cambiato tutto, mister compreso (ora in panchina c'è Zubeldia, "el Principe"). 

La Liga 2017/18 comincia così, con la vittoria per 1-0 del Leganes, e un lungo, interminabile, minuto di silenzio. 

Dominio Leganes, è 1-0 e primo gol della Liga

Buon approccio del Leganes, subito cross tagliato di Szymanowsky, su cui non arriva Guerrero per un soffio: la squadra di casa vuole far valere la continuità rispetto all'anno scorso, sempre agli ordini di Asier Garitano. L'Alaves rischia, inizia trotterellando, Zubeldia ha chiesto "impegno e intensità", all'inizio tutto sembra un po' troppo lento, troppo nuovo per fare male. Come se fosse una partita di ambientamento. Ma la fiammata arriva, ed è follia difensiva del Leganes: Mantovani prova a falciare Burgui in area, lo manca, quel che non è riuscito al suo capitano lo fa Diego Rico. Burgui a terra, è rigore: al 17' Manu Garcia, capitano degli ospiti, può segnare il primo gol della Liga 2017/18.

Follia dopo follia: Manu Garcia calcia centrale, debole, un regalo tra le braccia di Cuellar. Sospiro di sollievo per il Leganes, l'Alaves sciupa tutto, e mister Zubeldia quasi non riesce a crederci. Il trend, nonostante il rigore, rimane lo stesso: il Leganes attacca, la torre di Szymanowsky, Gabriel prova la conclusione di poco a lato. L'antifona del vantaggio: la Liga la sblocca proprio Gabriel Pires, appoggiando in rete da pochi metri al 24'. Peccato che, ad attenti replay, il primo gol della Liga sia stato segnato in fuorigioco. Punizione di Guerrero deviata, ottimi riflessi di Pacheco, che sfortunatamente deposita il pallone proprio tra i piedi di Gabriel (in fuor), ed è 1-0 per il Leganes. Che continua a dominare in lungo e in largo il campo, per tutto il primo tempo, mentre l'Alaves boccheggia, troppo nuovo per essere vero. 

Segnali di vita dell'Alaves, ma non basta

Nello spogliatoio Zubeldia deve aver fatto il diavolo a quattro: l'Alaves comincia con un piglio vivace, peccato che siano sempre i padroni di casa a rendersi pericolosi. Bella manovra della squadra di Garitano, che Guerrero, da pochi passi, non riesce a concludere, inceppandosi. Ancora Leganes, sempre Leganes: Eraso si invola, decide di servire Guerrero, invece di concludere. E fa male. Zubeldia prova a scuotere la squadra basca con un doppio cambio, ma la squadra di Garitano reclama un rosso diretto: Guerrero si invola, serve appena fuori area Szymanowsky, che scivola a terra, trattenuto da Vigaray. Nulla di fatto, Munoz, vecchia conoscenza del campionato italiano, e l'eterno capitano Mantovani non concedono nemmeno uno spiccio di testa in avanti all'Alaves, in pesante debito di azioni offensive.

Sussulto Alaves al 70': Burgui, l'unico veramente vivo, crea il panico nella difesa di casa, ma Pina, neo-entrato, non riesce a concludere a rete. Arretra con ordine il Leganes, guadagnando falli, minuti, respiro: l'Alaves prova ad attaccare a testa bassa, ma non riesce a rendersi pericoloso, per la disperazione di Zubeldia. L'unico che fa ben sperare per la stagione appena iniziata è sempre il 14, Burgui: la sua conclusione dalla distanza all'82' è forse il canto del cigno di un Alaves che non c'è più, quello miracoloso dell'anno scorso, e uno nuovo, del tutto nuovo, che si è infranto contro le certezze granitiche del Leganes. Che non ha cambiato nulla, e regala a Garitano i primi 3 punti della Liga 2017/18. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.