Attentato a Barcellona, il cordoglio del mondo dello sport

Il mondo dello sport si stringe attorno alle vittime dell'attacco terroristico di Barcellona: bilancio è di 13 morti e più di 100 feriti. E nella notte a Cambrills un altro attentato.

Social Network, tweet sportivi attentato Barcellona

668 condivisioni 2 commenti 5 stelle

di

Share

L'attacco terroristico nel cuore di Barcellona ha sconvolto il mondo. Ieri pomeriggio, verso le 17, un furgone bianco si è lanciato a gran velocità sulle Ramblas all'altezza della Font de Canaletes, di fronte Plaça de Catalunya, travolgendo a 80 km/h una folla di decine di cittadini e turisti per circa 600 metri fino alla fermata al Mosaic de Joan Miró, poco dopo l'entrata del famoso mercato di Barcellona, La Boqueria.

Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha subito dichiarato la matrice jihadista dell'attentato e in seguito l'Isis ha rivendicato il tragico gesto. Due persone sono state arrestate, ma si dà ancora la caccia ad una terza che potrebbe essere il conducente del furgone. Secondo le fonti dei Mossos d'Esquadra il bilancio è di 13 vittime e più di 100 feriti, di cui 15 in gravi condizioni. La Protezione Civile parla del coinvolgimento di minorenni e bambini. Tra le prime vittime identificate tre turisti tedeschi e un cittadino belga, non si esclude la presenza di nostri connazionali. 

E nella notte è stato sventato un altro attentato terroristico a Cambrils, città marittima a circa due ore d'auto da Barcellona. Secondo i media, un furgone ha tentato di replicare l'attentato della Ramblas irrompendo nella zona del lungomare. I cinque assalitori sarebbero stati colpiti mortalmente dagli agenti di polizia. Si attendono ulteriori notizie su questa vicenda.

Attentato Barcellona, le reazioni dei blaugrana

Barcellona è in lutto, gli uomini più rappresentativi del club blaugrana hanno espresso solidarietà verso le vittime dell'attentato. La Font de Canaletes è un simbolo dei catalani: il posto dove i culé si ritrovano per festeggiare i successi della propria squadra, in pratica l'equivalente della Fuente de las Cibeles per i tifosi del Real Madrid.

Font de Canaletes
Il legame nasce negli anni trenta: i tifosi venivano per leggere i risultati delle partite che venivano trascritti su una lavagna sotto la sede della redazione del giornale "La Rambla", di fronte alla fontana di Canaletes.

Tra i messaggi di cordoglio spicca quello di Piqué che su Twitter invita tutti "Adesso più che mai" a reagire uniti contro l'attacco. Leo Messi, invece, ha utilizzato Instagram per esprimere il suo dolore e ha scritto che: "Nessuno di noi si arrenderà, la maggioranza vuole vivere in un mondo di pace senza odio, dove il rispetto e la tolleranza siano le basi della convivenza". 

Come loro due tantissimi altri calciatori, tra quelli attuali e le stelle del passato, hanno espresso di solidarietà verso le vittime. Luis Enrique ha ritwittato l'appello della Guardia Civil di non diffondere immagini macabre dell'attentato. Pep Guardiola è "triste per la gente di Barcellona, la città migliore del mondo". Andrés Iniesta e Luis Suárez hanno postato la stessa immagine con la fascia del lutto sopra i monumenti della città. Marc Bartra è sotto shock per la tragedia che ha colpito la città dove è nato e cresciuto, mentre Rafinha chiede: "Paz en el mundo por favor". Semplice, ma ugualmente emotivo, il tweet di Mascherano: #fuerzabarcelona seguito da una preghiera. 

"Paz, paz, paz por favor"

A post shared by DanialvesD2 My Twitter (@danialves) on

Que Deus conforte todas as famílias 🙏🏽😞😢😭 #PrayForBarcelona te quiero BARCELONA

A post shared by Nj 🇧🇷 👻 neymarjr (@neymarjr) on

Il mondo dello sport esprime cordoglio

Anche l'Espanyol e molti dei suoi calciatori sono rimasti sconvolti per l'attentato, e hanno comunicato la propria vicinanza alle vittime.

Eres fuerte Barcelona ❤️🙏🏻

A post shared by Álvaro Vázquez (@alvarovazquez91) on

Non solo Barcellona perché l'intero mondo dello sport si è unito attraverso i social per condannare la tragica strage avvenuta sulla Ramblas: dagli sportivi spagnoli più famosi, come Pau Gasol, Fernando Alonso e Rafa Nadal, a Cristiano Ronaldo e Sergio Ramos, fino agli atleti di ogni nazionalità e di ogni disciplina. Vicinanza anche da parte di tanti italiani, Claudio Marchisio su Twitter commenta: "Le immagini che si stanno vedendo sull'attentato a Barcellona sono assurde...".

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.