Qualificazioni Mondiale, i precedenti storici di Spagna - Italia

In attesa del 2 settembre ripercorriamo un secolo di sfide tra Italia e Spagna: dalle Olimpiadi del 1920 a USA '94, dalla finale di Euro 2012 all'ultimo confronto dello scorso ottobre

Italia - Spagna: i precedenti

304 condivisioni 10 commenti 5 stelle

di

Share

Sabato 2 settembre alle 20,45 Spagna-Italia vale il primo posto nel gruppo G di qualificazione a Russia 2018. L'ultimo confronto tra le due nazionali è avvenuto lo scorso ottobre a Torino, terminò 1-1, ed entrambe sono appaiate in vetta alla classifica del raggruppamento, ma la Roja è avanti grazie alla migliore differenza reti, +18 contro il nostro +14. L'Italia è obbligata a vincere al Santiago Bernabéu per staccare i rivali nella lotta all'accesso diretto al Mondiale, evitando così i temuti spareggi.

Spagna - Italia è ormai un classico del panorama internazionale: le squadre si sono affrontate 9 volte negli ultimi 23 anni, e il teatro scelto per la décima sfida non poteva non essere il Bernabéu. La nazionale di Lopetegui non disputa un match ufficiale nel tempio del Real Madrid dal 28 marzo 2009, quando giocò contro la Turchia nelle qualificazioni mondiali per Sudafrica 2010.
Italia 1982
La nazionale azzurra, invece, ritorna dopo 35 anni nello stadio dove conquistò il  Mundial '82, e nel recente passato il Bernabeu è stato espugnato da 4 club italiani: la Roma due volte (2003 e 2008), la Juventus nel 2008, il Milan nel 2009, e l'Inter di Mourinho nel 2010.

Spagna - Italia: i precedenti 

Il primo incontro ufficiale tra le due nazionali risale al 2 settembre 1920 nella semifinale del torneo di consolazione dei Giochi Olimpici di Anversa. Gli iberici vinsero 2-0 con una doppietta di Sesumaga, e nell'undici titolare c'era Rafael Moreno Aranzadi, in arte Pichichi, a cui si deve il nome del trofeo riservato al capocannoniere della Liga.

Da allora la Spagna è la selezione che abbiamo affrontato più volte in gare internazionali (39), soltanto dietro la Svizzera (58 scontri). Il bilancio dei precedenti è a favore dell'Italia: 13 vittorie, 12 sconfitte e 14 pareggi. Gli azzurri sono in vantaggio anche nel confronto dei gol realizzati, 60 a 50 per noi, mentre i calciatori che hanno segnato più reti sono Luis Regueiro e Alfredo Baloncieri (3): un record che perdura dagli anni Trenta.

Casillas e Buffon
Iker Casillas e Gigi Buffon sono stati avversari in ben 19 sfide fra nazionali e club.

Il calciatore con più presenze è Gigi Buffon: l'estremo difensore azzurro dal 2000 ad oggi ha sfidato 13 volte gli iberici e probabilmente difenderà i pali dell'Italia anche nella prossima sfida del Bernabèu. Alle sue spalle ci sono Baloncieri e Zamora con 9 presenze, seguiti da Casillas e Torres con 8, e Iniesta con 7.

1994, Italia 2-1 Spagna (Mondiale)

È il 9 luglio, una data simbolica per il calcio azzurro. Italia e Spagna scendono in campo al Foxboro Stadium di Boston davanti a 53mila spettatori per il quarto di finale del Mondiale a stelle e strisce, secondo molti si tratta di una finale anticipata del torneo. Le Furie Rosse allenate da Javier Clemente vantano calciatori di livello come il portiere basco Andoni Zubizarreta, Miguel Angel Nada (zio del tennisa Rafa), Luis Enrique, José Luis Carminero e Fernando Hierro, oltre al giovane Pep Guardiola seduto in panchina.

Italia Spagna

Arrigo Sacchi si affida a Pagliuca tra i pali; Benarrivo-Maldini-Costacurta-Tassotti in difesa; Donadoni-Albertini-Dino Baggio-Conte a centrocampo; Roberto Baggio mezzapunta con libertà di inventare alle spalle dell'unico centravanti Daniele Massaro. L'Italia passa in vantaggio al 26' con un destro potente di Dino Baggio dai 20 metri, ma al 13' della ripresa subisce il pari con la deviazione sfortunata di Benarrivo su un tiro di Carminero. Al minuto 88' la più classica delle sliding doors calcistiche: Salinas si divora un'occasione colossale davanti a Pagliuca, gli azzurri ripartono in contropiede con Signori che pesca Roberto Baggio di sinistro, il Divin Codino anticipa l'uscita di Zubizarretta e segna il 2-1.

Baggio Italia - Spagna USA '94

Nel finale l'episodio che è entrato nella storia della rivalità: Tassotti rifila una gomitata in pieno volto a Luis Enrique nella nostra area di rigore. L'arbitro ungherese Puhl sorvola sul fallo e fischia la conclusione della gara, fra le proteste accese della Spagna e il sangue che scende sul viso di Lucho. Quel pomeriggio in Massachusetts gli iberici ci giureranno vendetta e non riusciremo più a batterli per ventidue anni.

Luis Enrique e la gomitata di Tassotti
Il difensore è stato squalificato per 8 partite, concludendo anzitempo l'esperienza di USA '94 e la carriera in azzurro. 

2004, Italia 1-1 Spagna (amichevole)

Roberto Baggio indossa la maglia azzurra per l'ultima volta il 28 aprile 2004 a Genova, e l'avversario scelto per il tributo al Genio non può che essere la Spagna di cui fu match winner nel 1994. 

Roberto Baggio Italia - Spagna 2004
Marassi tributa la standing ovation a Baggio al 86' mentre esce dal campo per l'ingresso di Miccoli.

L'amichevole termina 1-1 con i gol di Fernando Torres (allora ventenne) e di Christian Vieri su assist di Stefano Fiore, ma sarà sempre ricordata come l'ultima presenza di uno dei migliori numero 10 della storia del calcio.

2008, Spagna 4-2 Italia d.c.r. (Europei)

La Spagna a Vienna sfata il tabù Italia e si scopre grande. Il risultato del quarto di finale è fermo sullo 0-0 per 120', e si va dunque alla lotteria dei rigori: dal dischetto sono fatali gli errori di De Rossi e Di Natale.

Spagna Euro 2008

Le Furie Rosse per la prima volta eliminano gli azzurri in una competizione internazionale, ed è l'impresa decisiva nel cammino dei tricampeones che vinceranno l'Europeo del 2008, il Mondiale del 2010, e ancora l'Europeo del 2012. L'Italia sarà nuovamente il loro banco di prova: el peor enemigo! Quello da battere assolutamente per dimostrare a tutti di essere i più forti. E ci riusciranno.

2012, Spagna 1-1 Italia e Spagna 4-0 Italia (Europei)

Da Danzica a Kiev, le nazionali si sfidano in due occasioni nell'arco di 20 giorni. La prima partita è l'esordio di entrambe nella rassegna continentale di Polonia e Ucraina: Prandelli arretra De Rossi nel terzetto di difesa con Bonucci e Chiellini, per sopperire all'infortunio di Barzagli, nel secondo tempo subiamo il gol di Fabregas ma 3' dopo Di Natale segna il definitivo pari, riscattandosi del rigore del 2008.

De Rossi David Silva Italia Spagna

L'atto conclusivo dell'Europeo, invece, è un dominio totale della Spagna: un 4-0 con le firme di Jordi Alba, David Silva, Juan Mata e Fernando Torres (il primo marcatore di sempre a realizzare un gol in altrettante finali degli Europei).

Italia Spagna Euro 2012

Una disfatta in cui non possiamo fare a meno di sottolineare il gesto di fair play di Iker Casillas:

Ref! Ref! Respect for the rival! Respect for Italia!

2013, Spagna 7-6 Italia d.c.r. (Confederations Cup)

A Fortaleza nell'estate del 2013 si gioca la semifinale Confederations Cup, l'antipasto del mondiale brasiliano che si rivelerà fallimentare per entrambe. Rivalità sì ma rispetto in campo, così Spagna - Italia del 2013 è ancora una volta un match combattuto: loro sono pericolosi con il tiki-taka per vie orizzontali mentre la nostra difesa è sempre insuperabile, come cinque anni prima la gara termina sullo 0-0 e si va ai rigori. 

Bonucci Italia Spagna
Bonucci calcia alle stelle il rigore decisivo della semifinale di Confederations Cup.

Dopo una lunga serie di penalty (14), l'Italia esce nuovamente sconfitta e torna a casa con la consapevolezza che la Spagna è diventata la bestia nera della Nazionale.

2016, Italia 2-0 Spagna (Europei)

L'Italia si presenta a St. Denis con gli sfavori del pronostico: ma in campo gli azzurri sono protagonisti di una prestazione galattica, senza dubbio la migliore recita della nazionale dal Mondiale 2006. De Gea è chiamato subito a un miracolo su Pellè, Giaccherini prende il palo in rovesciata a gioco fermo, Eder da punizione propizia il vantaggio di Chiellini, De Rossi rifila un tunnel ai danni di Iniesta in mezzo al campo: 45' minuti da show della nostra Nazionale.

Chiellini Italia v Spagna Euro 2016

Antonio Conte imbriglia gli spagnoli come mai aveva fatto nessuno nell'ultimo decennio, nemmeno Luis van Gaal nella disfatta di Recife quando l'Olanda umiliò gli iberici per 5-1. Le Furie Rosse effettuano soltanto 215 passaggi durante il primo tempo ed è il peggior dato statistico dell'era Del Bosque (come i 7 tiri subiti nello specchio). Nell'ultima parte la Spagna alza il ritmo ma Buffon è provvidenziale su un tiro di Piqué, poi Pellè al 90' in contropiede segna il definitivo 2-0.

2016, Italia 1-1 Spagna (Qualificazioni mondiali)

Lo scorso ottobre allo Juventus Stadium è finita in pareggio: Vitolo sblocca il risultato nel secondo tempo, poi De Rossi all'82' salva gli Azzurri segnando dal dischetto. Rimane l'ultima presenza in nazionale di Graziano Pellè che all'uscita dal campo non strinse la mano al ct Ventura.

Vota anche tu!

Chi vincerà la sfida del Bernabeu?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.