Premier League 2017/2018: tutto quello che bisogna sapere

Con l'anticipo dell'Emirates tra Arsenal e Leicester è iniziata la nuova stagione della Premier League.

Chelsea

225 condivisioni 7 commenti 0 stelle

di

Share

L'anticipo di ieri sera tra Arsenal e Leicester (Gunners vittoriosi 4-3), ha dato il via alla nuova stagione di Premier League.

Da quest'anno accedono alla fase a gironi della UEFA Champions League 2018-2019 le prime quattro classificate come deciso dalla UEFA. Entrano in Europa League la 5ª classificata e le vincenti di FA Cup e League Cup. Nel caso in cui le vincenti delle due coppe nazionali siano già qualificate alle coppe europee tramite il campionato, al loro posto si qualificheranno la 6ª in campionato ed eventualmente la 7ª.

Il Chelsea di Antonio Conte sarà ancora la squadra da battere? Sicuramente i Blues partono da favoriti ma nella corsa al titolo subito dietro ci sono le due di Manchester, entrambe protagoniste di un calciomercato stellare.

Conte
Antonio Conte è succeduto a Claudio Ranieri nell'albo d'oro della Premier

Occhio ad Arsenal e Liverpool che non possono essere considerate due semplici outsider: i Gunners hanno conquistato il Community Shield, l'ennesimo trofeo di Wenger che si prepara alla 22ª stagione in Inghilterra, mentre la squadra di Klopp nel preseason è stata trascinata dal nuovo acquisto Salah e continua a trattenere Coutinho nonostante le sirene catalane.

Harry Kane
The Hurricane ha conquistato le ultime due classifiche marcatori di Premier League

Gli Spurs di Pochettino, arrivati 2° nelle ultime due stagioni di Premier League, curiosamente (insieme allo Stoke City) non hanno speso soldi durante il mercato, e sono orfani di Walker che si è trasferito al Manchester City per 50 milioni di euro. Il motivo? Il Tottenham può contare su calciatori ormai d'esperienza come il trio delle meraviglie Dele Alli-Christian Eriksen-Harry Kane.

Cosa c'è da sapere sulla Premier League: il calciomercato

Questa è stata una delle estati più pazze di sempre nel calciomercato: i club inglesi finora hanno investito più di un miliardo di sterline e in queste tre settimane puntano a superare il record dello scorso anno. La palma di protagonista spetta al Manchester City che ha speso per la prima volta la cifra di 200 milioni di sterline (record in Inghilterra). Anche Guardiola può contare su rinforzi dispendiosi: Benjamin Mendy per £52m, Kyle Walker dal Tottenham per £45m e Bernardo Silva per £43m.

Lukaku

Il Manchester United non è rimasto immobile davanti alle operazioni di mercato dei cugini e ha acquistato Lukaku dall'Everton per £75m, e Mourinho ha richiesto anche Matic che ha lasciato il Chelsea per £40m. Il trasferimento più costoso del mercato è stato quello di Alvaro Morata che è stato comprato dai blues per £60m, seguito dall'acquisto di Lacazette che è diventato un giocatore dei Gunners per £46m. 

Rooney

Wayne Rooney ha lasciato Old Trafford dopo un decennio di successi ed è tornato all'Everton, il club che lo ha fatto debuttare in Premier League a 16 anni e 10 mesi. Il club allenato da Koeman ha compiuto una rivoluzione durante il calciomercato con gli innesti di Pickford dal Sunderland e il difensore Keane dal Burnley, entrambe operazioni da £30m, e Klaassen dall'Ajax (£23.6m) che era l'oggetto del mercato di molti club inglesi.

Inevitabilmente anche le due neopromosse, Huddersfield Town e Brighton, hanno superato i rispettivi record di mercato per costruire una rosa in grado di competere per la salvezza, mentre il Newcastle (l'altro club promosso dalla Championship) ha speso £12m per l'esterno del Norwich Jacob Murphy.

I manager

A proposito di Magpies: Rafa Benitez secondo i pronostici dei bookmaker britannici è l'allenatore che rischia il primo esonero stagionale. Al netto della promozione in Premier ci sono stati momenti di tensione tra l'allenatore spagnolo, insoddisfatto del mercato, e la dirigenza. La quota più bassa dopo Benitez è di Bilic, manager del West Ham, e di Antonio Conte il cui licenziamento è pagato 10 volte la posta scommessa.

De Boer

I cambi in panchina sono stati 3: Marco Silva alla guida del Watford, che ha sostituito Mazzarri; Frank de Boer al Crystal Palace, che ha preso il posto lasciato vacante dal ritiro di Sam Allardyce; e Mauricio Pellegrino al Southampton. Confermato invece Craig Shakespeare che aveva assunto il ruolo di traghettatore del Leicester nella passata stagione dopo il licenziamento di Claudio Ranieri.

Le novità di questa stagione

Lotta alle simulazioni: lFootball Association per questa stagione ha introdotto l'istituzione di una commissione apposita che ogni lunedì rivedrà i casi di simulazione, adottando le squalifiche contro i calciatori-tuffatori. La commissione sarà formata da un ex arbitro, un ex allenatore e un ex giocatore e verranno esaminati solo i casi che traggono in inganno l'arbitro e provocano un rigore, un'espulsione o una seconda ammonizione. 

Un'altra novità riguarda l'abolizione dei disegni sul campo: le nuove regole impongono alle squadre di utilizzare soltanto le tradizionali linee orizzontali bianche. Due stadi faranno il loro debutto assoluto in Premier League, l'Amex Stadium di Brighton e il John Smith's Stadium di Huddersfield, mentre il Tottenham disputerà i propri match casalinghi a Wembley in attesa del nuovo White Hart Lane.

La lega inglese ha ufficializzato il cambio di rotta anche per quanto riguarda lo stile e la tipologia dei numeri e dei nomi da apporre sulle maglie dei 20 club: ai club sarà data la possibilità di scegliere tra cinque combinazioni per il nome e le modalità di stampa dei numeri sulle casacche. I cinque colori selezionati sono: bianco con dettagli neri, e nero, blu notte, rosso e giallo, tutti con dettagli bianchi.

Il pallone della Premier League

Nike

Il pallone ufficiale della competizione sarà il Nike Ordem V, lo stesso che sarà utilizzato in Serie A e in Liga, ma con differenti scelte cromatiche

La prima giornata

Questo il programma completo della prima giornata di Premier League.

  • Arsenal v Leicester (4-3)

Sabato 12 agosto

  • Watford v Liverpool (13:30)
  • Chelsea v Burnley (16:00)
  • Crystal Palace v Huddersfield (16:00)
  • Everton v Stoke (16:00)
  • Southampton v Swansea (16:00)
  • West Brom v Bournemouth (16:00)
  • Brighton v Manchester City (18:30)

Domenica 13 agosto

  • Newcastle v Tottenham (13:30)
  • Manchester United v West Ham (17:00)

Vota anche tu!

Chi vincerà la Premier?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.