Calciomercato Inter: Kondogbia non si presenta ad Appiano Gentile

Il francese salta gli allenamenti e vuole la cessione al Valencia. Si chiude così la negativa esperienza in neroazzurro di quello che fu il grande colpo di due anni fa.

Calciomercato Inter, Kondogbia vuole la cessione

367 condivisioni 32 commenti 0 stelle

di

Share

Le strade di Geoffrey Kondogbia e dell’Inter si stanno per separare definitivamente. In queste settimane, la dirigenza nerazzurra ha intavolato una trattativa con il Valencia per la cessione del francese ma l’accordo con gli spagnoli non è stato ancora raggiunto, per via una differenza ancora abbastanza ampia fra richiesta e offerta.

Ma oggi è arrivato lo strappo decisivo fra la l’Inter e l’ex centrocampista del Monaco, che ha scelto di non presentarsi ad Appiano Gentile per gli allenamenti. L’assenza del giocatore arriva  senza alcun permesso da parte della società ed è dettata solamente dalla volontà del ragazzo di essere ceduto.

La decisione di Kondogbia segna probabilmente la fine della sua esperienza in neroazzurro, che non può altro che essere giudicata negativamente. Specialmente perché, quando il francese arrivò nell’estate del 2015, fu considerato il grande colpo del calciomercato interista.

Calciomercato Inter: Kondogbia non si presenta agli allenamenti

Kondogbia all'Inter
La presentazione di Kondogbia all'Inter

Arrivato a Milano nell’estate del 2015 e pagato una cifra che raggiungerà i 40 milioni di euro comprensivi dei bonus, Kondogbia è il fiore all’occhiello della campagna acquisti dell’Inter, che lo porta in nerazzurro vincendo un derby di calciomercato con il Milan. Il francese viene preso per essere la risposta interista al connazionale Paul Pogba, che proprio in quell’estate, diventava ufficialmente il numero 10 della Juventus.

Ma la prima stagione all'Inter del centrocampista classe ’93 è ampiamente sotto le aspettative, nonostante Roberto Mancini provi a dargli fiducia. La sua annata si chiude con 30 presenze complessive e una sola rete segnata. Il punto più basso dell’avventura in nerazzurro però viene raggiunto all’inizio del campionato 2016/2017, durante la partita interna col Bologna.

I primi 25 minuti di Kondogbia sono disastrosi ed è da un suo errore che nasce l’azione del vantaggio dei rossoblu. Poco prima della mezz’ora del primo tempo, un esasperato Frank De Boer lo sostituisce fra gli applausi di approvazione per la scelta del tecnico da parte dei tifosi. Da quel momento in poi, il rapporto con l’allenatore olandese è irrecuperabile, infatti Kondogbia vedrà il campo con continuità soltanto dopo l’arrivo del suo sostituto Pioli.

I primi mesi con l’ex allenatore della Lazio sembrano essere particolarmente positivi per il mediano ma appena il rendimento della squadra nerazzurra cala, le sue prestazioni ne risentono fortemente, col francese che sarà spesso relegato in panchina fino alla fine della stagione.

Quello di oggi è solo l’ultimo capitolo della lunga parabola discendente di uno dei centrocampisti più promettenti del calcio europeo, che però ha avuto molti problemi da quando è arrivato in Serie A, mostrando soprattutto limiti di tenuta mentale. Ora Kondogbia, dopo aver capito che non ci sarà spazio per lui nell'Inter di Spalletti, spinge per essere messo sul calciomercato e dopo il comportamento del francese, la dirigenza nerazzurra potrebbe abbassare le pretese per permettergli di andare al Valencia.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.