Cantona, 8 agosto 1992: dal no dello Sheffield ai 3 gol al Liverpool

25 anni fa il francese segnava 3 gol al Liverpool nel Community Shield: pochi mesi prima si era visto sbattere le porte in faccia dallo Sheffield Wednesday.

Eric Cantona con la maglia del Leeds United

314 condivisioni 2 commenti 0 stelle

di

Share

Liverpool - Sheffield - Leeds - Manchester. Quattro delle più importanti città del Regno Unito che, non a caso, furono anche le tappe dell'ipotetico percorso seguito da uno dei calciatori francesi più forti che abbiano mai calcato i campi del massimo campionato inglese. Stiamo parlando ovviamente di Eric "The King" Cantona, rifiutato dai Reds, respinto nel provino dallo Sheffield Wednesday, campione d'Inghilterra con i Peacocks e consacratosi infine a Old Trafford sotto la ferrea guida di Sir Alex Ferguson

Cantona insieme a Ferguson il giorno della sua presentazione all'Old Trafford

Sembra quasi la trama di un film thriller, con la piccola differenza che tutto quanto quello che leggerete è successo davvero. Andiamo però con ordine. È il novembre del 1991 quando il Liverpool eliminò i francesi dell'Auxerre dalla Coppa UEFA, vincendo senza particolari patemi la gara di ritorno ad Anfield per 3-0.

Dopo il triplice fischio finale, l'allora allenatore dei Reds Graeme Souness ha un colloquio privato con Michel Platini. Le Roi lo informa che un giovane ragazzo, a quel tempo in forza al Nimes ma cresciuto nelle giovanili dell'Auxerre, era pronto a trasferirsi in Inghilterra, magari proprio nel Merseyside. 

Souness, colto di sorpresa dalle parole di Platini, rifiutò l'offerta: non solo il suo parco attaccanti era già folto, ma nei mesi precedenti erano circolate alcune voci sul ragazzo in questione, Eric Cantona, e sulle punizioni disciplinari che la federazione francese gli aveva inflitto per i suoi comportamenti non troppo corretti sia in campo nei confronti di arbitro e avversari, sia all'esterno del terreno di gioco. Il tecnico inglese non aveva intenzione di rovinare l'armonia all'interno dello spogliatoio, e per questo decise di tenere quel ragazzo lontano da Anfield. 

Cantona ai tempi della sua esperienza francese con il Nimes

Il no dello Sheffield Wednesday e l'arrivo a Leeds

Pochi giorni più tardi il rifiuto del Liverpool, il giovane Cantona arrivò a Sheffield: il Wednesday gli offrì due giorni di provino per valutare le sue qualità. Al termine, l'allora manager degli Owls Trevor Francis, non fu troppo convinto di quanto visto in quelle 48 ore e offrì un secondo provino al giocatore. Un gesto esagerato secondo il francese, che sentendosi offeso declinò l'offerta. In seguito Francis rivelò che il ragazzo si era allenato con lo Sheffield Wednesday solo per fare un favore all'amico Platini, ma la società non disponeva dei soldi necessari per metterlo sotto contratto. 

Eric Cantona durante un Francia - Inghilterra

Indipendentemente da come andarono le cose, Cantona si trasferisce ai rivali del Leeds nel gennaio del 1992, conscio di avere le qualità necessarie per sfondare nel massimo campionato inglese. Neanche a dirlo, aveva ragione: nelle 15 presenze che totalizzò da quel momento, segnò 3 gol e fornì 6 assist al capocannoniere della squadra, Lee Chapman. Il Leeds United, anche grazie a lui, conquistò il campionato dopo un'estenuante battaglia con il Manchester United

Eric Cantona

Ma non è tutto. L'8 agosto di fronte a un Wembley stracolmo, Cantona segna tre gol nel 4-3 con il quale la sua squadra batte il Liverpool (quello stesso Liverpool che si rifiutò di acquistarlo nove mesi prima) e si aggiudica il Community Shield. L'inizio del successivo campionato permette al francese di consacrarsi a Elland Road, tanto che segnerà ben 14 gol in 20 ulteriori presenze, salvo poi cedere alle lusinghe di Sir Alex Ferguson, che con un investimento di 1,2 milioni di sterline lo porta a Old Trafford. 

Eric Cantona e Sir Alex Ferguson

Cantona e il trono d'Inghilterra

Con i Red Devils l'attaccante francese vince praticamente tutto quello che può vincere in Inghilterra: 4 campionati, 2 FA Cup e 2 Community Shield. Esattamente 5 anni di permanenza e ben 7 trofei, non male per un ragazzo che solo qualche anno prima rischiava di vedere naufragare i suoi sogni inglesi. Se lo Sheffield Wednesday lo avesse messo sotto contratto cosa sarebbe successo? Sarebbe diventato comunque un'icona del Manchester United o avrebbe fatto le fortune del club dello South Yorkshire? 

Un murales dedicato a Eric Cantona

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.