Neymar al PSG (e a FIFA 18): ora PES deve cambiare cover e menu

Il titolo Konami costretto a cambiare in corsa la strategia di marketing per via dell'addio del brasiliano al Barcellona.

685 condivisioni 20 commenti 5 stelle

di

Share

Chiamasi effetto collaterale del calciomercato. Quello che FIFA 18 ha sperato di dover evitare fino all’ultimo (e ancora oggi un filo di timore resta), cioè che il suo testimonial principale, Cristiano Ronaldo, lasciasse il Real Madrid e costringesse di conseguenza a cambiare copertina, programmazione di marketing e videogame in sé per sé, è accaduto invece (anche se in modo meno devastante) al concorrente principale del titolo EA Sports, cioè PES 2018.

Già, perché anche se la Konami ha scelto l'attaccante uruguaiano Luis Suarez come uomo immagine dell'ultimo titolo della sua saga calcistica (eludendo così possibili sorprese stile FIFA 18), è pur vero che la casa di produzione nipponica vanta un'esclusiva con tutto il Barcellona, che le permette di disporre a suo piacimento delle immagini di tutti i calciatori del club catalano, nonché dei diritti sul Camp Nou.

I colori blaugrana insomma sono parte integrante di PES 2018, a partire dalla copertina fino ad arrivare al menù, passando per le edizioni speciale del titolo. E inevitabilmente, tra i giocatori che fanno parte del piano di marketing degli esperti Konami, non poteva non esserci Neymar, fino alla settimana scorsa giocatore del Barcellona. E questa storica operazione di calciomercato che l'ha portato al Paris Saint-Germain, ha per forza di cose scombinato i piani dell'azienda giapponese.

PES 2018, nuovo piano senza Neymar

Anche se nella cover principale del gioco c'è Luis Suarez, Neymar era comunque una delle star principali sulle quali la Konami si era basata nella promozione di PES 2018: il brasiliano è infatti in copertina della Legendary Edition europea, nonché nelle edizioni standard destinate al mercato americano e di alcuni paesi asiatici.

Non solo, il nuovo acquisto del Paris Saint-Germain figurava con la maglia del Barcellona anche (in posizione dominante) nel menù principale del gioco, come si può vedere dal video qui sotto.

Non che al Barcellona manchino altri campioni sui quali puntare, ma per la Konami si tratta di una doccia fredda, che - anche se ancora non sono state diffuse informazioni ufficiali in merito - comporterà necessariamente a un cambio in corsa della strategia di marketing e, soprattutto, dello stesso gioco. Il tutto in tempi relativamente stretti, visto che l'uscita ufficiale (per PlayStation 4, Xbox One, PC, PlayStation 3 e Xbox 360) è stata fissata al 14 settembre, addirittura due giorni prima negli Usa. E a rendere ancora più fastidiosa la situazione ci ha pensato direttamente FIFA 18, con il suo video di benvenuto a Neymar. Oltre al danno, la beffa.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.