Napoli v Nizza, ritratto di mister Favre: fece impazzire Guardiola

In carriera Favre ha lanciato tantissimi talenti: Reus, Xhaka, Dahoud e Ter Stegen, solo per fare qualche nome. E in Bundesliga fece impazzire perfino Guardiola.

228 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Un professore di Oxford, solo che insegna calcio. Lucien Favre è così. Severo ed esigente, l’allenatore del Nizza, prossimo avversario europeo del Napoli ai preliminari di Champions League, è bravissimo a ottenere il massimo dai suoi ragazzi. I risultati migliori li ha ottenuti in Bundesliga, più precisamente al Borussia Moenchengladbach.

Il club tedesco si affidò a Favre il 14 febbraio del 2011, quando il Gladbach era ultimo in classifica con 16 punti in 22 partite. La retrocessione sembrava inevitabile, ma il rapporto nato a San Valentino si trasformò subito in amore, e l’amore può fare cose magiche. Il tecnico svizzero conquistò 20 punti nelle restanti 12 di campionato e salvò il Borussia allo spareggio.

Ci riuscì dando il ben servito ai veterani della squadra, evidentemente in fase calante, e affidandosi ai giovani del club: fu lui a lanciare campioni del calibro di Marco Reus, Marc-André Ter Stegen, Patrick Herrmann, Mo Dahoud e Granit Xhaka. Con il Borussia Moenchengladbach Favre ha raggiunto perfino la Champions League. Nei tre anni in cui ha affrontato Guardiola in Bundesliga ha chiuso con 2 sconfitte, 2 vittorie e 2 pareggi, al punto che Pep ammise di ammirarlo particolarmente e di considerarlo il miglior allenatore del campionato tedesco. Nel 2014-15, d’altronde, Favre, fra campionato e Champions League fu l’unico a mantenere la porta inviolata due volte su due contro il Bayern di Guardiola. Tanto per fare un esempio: quell’anno la Roma dai bavaresi prese 7 gol in una partita sola. In estate è stato molto vicino al Borussia Dortmund, ma il Nizza per liberarlo chiedeva circa 8 milioni di euro.

Vota anche tu!

Il Napoli riuscirà ad eliminare il Nizza di Favre?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Napoli v Nizza, ritratto di Favre

Anche in Francia Favre ha fatto particolarmente bene. Non solo ha recuperato Mario Balotelli, ma con lui il Nizza, per lunghi tratti del campionato è stato in corsa con Monaco e Psg per vincere il titolo. Merito soprattutto di una difesa ben sistemata (ha chiuso il campionato con 36 gol subiti in 38 partite), proprio in questo il Napoli deve stare particolarmente attento.

Favre con Balotelli
Favre dà indicazioni a Balotelli

Favre è fenomenale non soltanto a chiudersi ma anche a far ripartire le proprie squadre in contropiede. E il Napoli, per natura sempre sbilanciato in avanti, potrebbe andare in difficoltà. Sarri è chiamato a studiare particolarmente bene la lezione, ma è normale che sia così: di fronte avrà un professore di Oxford.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.