Liverpool, Nagelsmann non ti teme: "Per vincere le incontreremo tutte"

Julian Nagelsmann non teme affatto i Reds di Klopp. E ai suoi giocatori manda un messaggio chiaro: "Se vogliamo vincere la coppa dobbiamo incontrarle tutte".

Nagelsmann lancia la sfida al Liverpool di Klopp: si sfideranno ai preliminari di Champions League

1k condivisioni 4 commenti 4 stelle

di

Share

Spavalderia al comando. Nello sport solo chi non ha paura può vincere. Anche se parte nettamente sfavorito. Da quando è diventato allenatore Julian Nagelsmann ha già vinto parecchie sfide. Si è seduto sulla panchina dell’Hoffenheim che aveva appena 28 anni. La retrocessione sembrava scontata, si è salvato con una giornata d’anticipo.

L’anno scorso poi la grande cavalcata: nessun club, dei maggiori 5 campionati europei, è rimasto imbattuto più a lungo dell’Hoffenheim di Nagelsmann. E una volta persa la prima partita la squadra non è affatto crollata. Si è giocata la qualificazione diretta alla Champions League con il Borussia Dortmund fino all’ultima giornata.

Alla fine però l’Hoffenheim si è dovuto accontentare del quarto posto in Bundesliga. Per accedere alla fase a gironi della Champions League dovrà superare i preliminari. E non saranno facili: dovrà infatti vedersela con il Liverpool di Jurgen Klopp, uno che il campionato tedesco lo conosce benissimo. Nagelsmann però non è affatto spaventato, anzi.

Vota anche tu!

Nagelsmann riuscirà ad eliminare il Liverpool di Klopp?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Nagelsmann sfida il Liverpool ai preliminari e parla già di vincere la coppa

Julian ha sempre dimostrato di essere un uomo particolarmente ambizioso. E questa sua voglia di vincere la trasmette ai giocatori. Perché ad essere del tutto onesti la rosa dell’Hoffenheim tecnicamente non è eccezionale, ma Nagelsmann mette in campo i suoi in maniera impeccabile. È lui che ottiene il massimo dai suoi giocatori. E per stimolarli non pensa al Liverpool, sorteggio oggettivamente proibitivo, ma alle sfide con Barcellona, Juventus e Real Madrid.

Nagelsmann infatti non si è lamentato del sorteggio, ma ha fatto finta di prenderla con filosofia, come si fa nei top club:

Non mi spaventa il Liverpool. Tanto per vincere la coppa bisogna comunque affrontarle tutte. Non credo che loro brinderanno al sorteggio bevendo whisky. Li ho visti nell'Audi-Cup e hanno dei punti deboli. Non siamo senza speranze.

Come, come, come? Nagelsmann parla di vincere la coppa? L’Hoffenheim sulla cima d’Europa? Impossibile, ma effettivamente a Julian sono riusciti miracoli altrettanto complicati e inpronosticabili. Tanto vale dimostrarsi spavaldi e convinti di poter far bene. Non ha nulla da perdere. Né Nagelsmann né tanto meno l’Hoffenheim. Anche se Julian poi si diverte anche a parlare di Klopp, stando bene attento a non lasciarsi andare a giudizi tattici:

Apprezzo molto Klopp perché è sempre rimasto se stesso. Ogni tanto ci sentiamo, ci mandiamo foto delle vacanze.

Di certo Nagelsmann non è il tipo che ha mai chiesto consiglio agli altri, figuriamoci se si è rivolto a Klopp. Ma al preliminare di Champions League Julian si presenterà comunque a pretto in fuori. Spavalderia al comando. Nello sport solo chi non ha paura può vincere.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.