Inter, chi è Emre Mor, il talento turco che parla solo danese

Il ventenne turco-danese ha accettato l'offerta di un quinquennale da 1,5 milioni più bonus. Su di lui c'erano Roma e Fiorentina. Pronti 15 milioni per il Dortmund.

1k condivisioni 24 commenti 4 stelle

di

Share

Fra i due litiganti il terzo gode. Roma (Monchi però smentisce) e Fiorentina si stavano svenando per strappare Emre Mor al Borussia Dortmund. L’operazione di calciomercato era ben avviata (specie per i viola) ma ieri si è inserita l’Inter, che in un attimo è balzata in testa. L’offerta dei nerazzurri è davvero importante. Sia per il giocatore che per il club tedesco.

L’Inter ha infatti messo sul piatto 15 milioni più bonus per il cartellino e un quinquennale da 1,5 milioni di euro (anche qui andranno aggiunti i bonus) per il giocatore. L’operazione di calciomercato si potrebbe chiudere già nelle prossime ore, dato che tedeschi e nerazzurri stanno discutendo solo delle modalità di pagamento. La conferma arriva anche da Muzzi Ozcan, agente del giocatore:

Ormai abbiamo raggiunto un accordo con l'Inter

Il Borussia Dortmund dovrebbe però accettare l’offerta di prestito biennale con obbligo di riscatto. Emre Mor, che ha compiuto 20 anni a luglio, sarà il prossimo colpo di calciomercato dell’Inter. Il giocatore piace molto a Spalletti che in attacco vuole giocatori rapidi e veloci, in grado di colpire in contropiede.

Calciomercato Inter, ecco chi è Emre Mor

Ma chi è Emre Mor? Mancino naturale, preferisce giocare come esterno d’estro d’attacco per rientrare e calciare in porta. Fenomenale nei dribbling, specie nello stretto, è agevolato in questo dal baricentro basso (è alto 1,68 e in Turchia lo paragonano a Messi). Nato e cresciuto in Danimarca (suo padre è turco e la madre è macedone), è stato convinto da Terim ad accettare la convocazione della nazionale turca dopo aver giocato per anni nelle juniores danesi. Un anno fa, prima degli Europei, Terim lo inserì nella lista dei pre-convocati ma la sua esclusione per la competizione sembrava scontata, anche perché Mor non parla turco e avrebbe avuto bisogno di un po’ di tempo per inserirsi.

In realtà nell’esordio contro il Montenegro, nell’ultima partita prima degli Europei, fece talmente bene che Terim decise di confermarlo e lo portò con sé in Francia.

Vota anche tu!

Mor riuscirà ad esplodere all'Inter?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

In Germania, al Borussia Dortmund, non ha fatto particolarmente bene: un solo gol (all’esordio in Bundesliga), e appena 12 presenze totalizzate in campionato (19 comprese le coppe). Spesso si è dimostrato troppo nervoso, al punto che con l’Hertha Berlino è stato espulso per uno spintone plateale a un avversario. Il ragazzo resta però molto, molto ambizioso. Quando a gennaio si parlò  di una sua cessione al Fenerbahce fece capire di non essere particolarmente interessato:

Io voglio lasciare il Borussia Dortmund da superstar del calcio. Voglio finire al Real Madrid.

Per ora si deve accontentare dell’Inter, poi in futuro chissà. Ma intanto i nerazzurri se lo coccolano e se lo godono. Soffiandolo sotto il naso alle due litiganti Roma e Fiorentina.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.