Premier League, stop alla fantasia: solo righe orizzontali sui campi

Dalla prossima stagione saranno banditi i disegni troppo stravaganti sui terreni di gioco inglesi in ossequio alle norme Uefa che esigono linee rette e perpendicolari.

Leicester

1k condivisioni 33 commenti 5 stelle

di

Share

I giardinieri inglesi, si sa, più che degli artigiani sono dei veri e propri artisti. Da quelle parti prati verdi, alberi e siepi sono tenuti come e meglio degli interni, il giardinaggio è un credo, una missione che con il tempo si è trasferita anche sui terreni di gioco delle squadre di Premier League.

Ma l'arte dei "groundsmen" è andata un po' troppo in là, oltre perlomeno le norme che l'Uefa impone per i campi di calcio, cioè nessun disegno stravagante, soltanto linee rette e rigorosamente perpendicolari alle linee laterali e di fondo.

Negli ultimi anni i disegni elaborati nell'erba dai giardinieri di alcune squadre inglesi erano entrati a far parte delle coreografie degli stadi e quindi del tifo, suscitando i commenti per lo più entusiastici dei tifosi, estasiati dalla fantasia dei tagliaerba che erano arrivati a ricamare sul prato persino i loghi dei club.

Campo del Southampton
Uno dei disegni del giardiniere del Southampton

Premier League, stop alla fantasia: solo righe orizzontali sui campi

I più artistici e fantasiosi si erano rivelati gli "head groundsmen" di LeicesterSouthampton. Il primo, John Ledwidge, sulle ali dell'entusiasmo per il titolo vinto dalla squadra di Ranieri, poco più di un anno fa si era esibito in una vera e propria opera d'arte "sur l'herbe": una volpe in chiaroscuro esattamente nel cerchio di centrocampo che era persino un peccato calpestarla, con il nome del club intorno, cesellato proprio nel font sociale.

Roba da brividi, insomma. Il suo collega dei Saints era stato sicuramente meno fantasioso, ma anche le sue elaborazioni che mescolavano rombi, quadrati e grandi circoli, pur elettrizzando i sostenitori, andavano contro le rigide norme dell'Uefa. Per questo la Premier League ha ritenuto di dover bloccare la fantasia applicata al giardinaggio e ha detto stop:

Disegni e ricami sui terreni di gioco non saranno più ammessi nella Premier League nel 2017/18. Questo emendamento rende le regole della Premier League in linea con le norme UEFA.

La delusione di mister Ledwidge

Così anche mister Ledwidge ha dovuto chinare la testa: traccerà le linee tutte orizzontali, secondo le regole, proprio come aveva già fatto per i match di Champions League, ma continuerà a girare l'Inghilterra per spiegare le tecniche di preparazione e manutenzione dei terreni di gioco e il rapporto tra il numero di infortuni dei calciatori e le condizioni dei campi.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.