Neymar al PSG: il Barcellona vorrebbe la clausola anti Real Madrid

Mentre il brasiliano ha già effettuato le visite mediche con il club parigino, i blaugrana tentano l'ultimo colpo di coda: evitare "brutte sorprese" in futuro...

Neymar, dal Barcellona al PSG per 222 milioni

2k condivisioni 62 commenti 5 stelle

di

Share

Che sia ormai tutto in via di conclusione, lo testimonia quel bambino con la maglia di Neymar, mentre passeggia dalle parti del Camp Nou: gli addetti stanno sistemando il nuovo poster del Barcellona, dove campeggiano fieri Messi, Suarez, Piqué, Mascherano e Busquets. Ma non il brasiliano, appunto: la sua sagoma è pronta ormai a colorare le strade di un'altra grande città europea. Parigi e il PSG si preparano al grande benvenuto, il colpo più costoso nella storia del calciomercato sta per diventare realtà.

Se volete, anche l'affare più discusso: quei 222 milioni di euro, traguardo considerato fino all'altro ieri irraggiungibile, sono sulla bocca di tutti come il nuovo punto di non ritorno del calcio internazionale. Mentre il mondo discute dell'utilità o meno del Fair Play Finanziario, O Ney compie passo passo tutte le tappe per entrare alla corte di Nasser Al-Khelaifi: dal saluto ai suoi compagni blaugrana alle visite mediche in quel di Oporto.

Entro oggi, il pagamento della clausola rescissoria potrebbe diventare realtà: se così fosse, domani (venerdì 4 agosto), il PSG potrebbe già annunciare l'acquisto più clamoroso di sempre. Sono le scadenze prospettate da Wagner Ribeiro, l'agente del giocatore in tandem con il padre. Prima di perdere definitivamente O Ney, però, il Barcellona vorrebbe recitare per l'ultima volta una parte attiva in questa vicenda: inserire una clausola anti Real Madrid.

Neymar al PSG e il colpo di coda del Barcellona: la clausola anti Real Madrid

Quello descritto da Mundo Deportivo è un vero e proprio colpo di coda del Barça, "rassegnato" ormai a incassare una cifra spaventosa per l'erede designato di Messi. Il club culé vorrebbe definire il trasferimento sulla base, sì, dei 222 milioni, ma in maniera convenzionale. Senza cioè ricorrere al pagamento della clausola rescissoria. I vantaggi - secondo il quotidiano catalano - sarebbero almeno tre e utili per tutte le parti in causa.

La prima pagina dell'Equipe sul passaggio di Neymar dal Barcellona al PSG
La prima pagina dell'Equipe: Neymar saluta il Barcellona, pronto a sposare il PSG

Per il PSG e il Qatar Sports Investment, innanzitutto: il pagamento della clausola da parte di Neymar costringerebbe i parigini a sobbarcarsi un carico fiscale fino a 300 milioni: una circostanza che andrebbe a cadere con una contrattazione "normale" tra le due società. Anche il fuoriclasse verdeoro ne avrebbe dei benefici: evitando di pagare di tasca sua i 222 milioni (che gli verrebbero forniti dal club parigino), farebbe a meno anche di dover giustificare al fisco la provenienza di questa somma stratosferica. Ovviamente, il Barcellona avrebbe proposto questa modalità di pagamento per trarne dei vantaggi in prima battuta.

Barcellona, il nuovo poster senza Neymar
Un giovane tifoso con la maglia di Neymar osserva il nuovo poster del Barcellona senza il brasiliano

Quali? In primo luogo, inserire nel discorso un giocatore utile ai piani di Valverde: da escludere l'opzione Verratti, non quelle che porterebbero a Di Maria o Draxler. E poi c'è quella richiesta che tinge di rivalità sportiva un affare dal sapore così poco "romantico": una clausola che impedisca al club transalpino di cedere il brasiliano al Real Madrid. La stessa opzione che, per esempio, utilizzarono gli stessi blancos quando lasciarono partire Di Maria in direzione Manchester United.

Le visite mediche in Portogallo e il regalo di Pastore

Prima di "passare alle cose formali" (volendo ricorrere alla formula cara a Fassone), rimane però in primo piano il vero cuore della vicenda: Neymar è ormai pronto a diventare la nuova stella del Paris Saint-Germain. Nella serata di mercoledì, secondo l'Equipe, l'ormai ex numero 11 del Barcellona avrebbe effettuato e superato le visite mediche nel "campo neutro" di Oporto. Un passaggio di rito, sotto la supervisione del medico sociale dei parigini e del coordinatore sportivo, l'ex Inter Maxwell. O Ney è atteso già in giornata nella capitale francese, mentre il suo prossimo compagno di squadra Javier Pastore ha già pensato al regalo di benvenuto: come spiegato ai microfoni di Cadena Ser, l'argentino gli lascerà la maglia numero 10:

Voglio che sia a suo agio sin dal primo giorno e desidero offrigli tutto il mio supporto. Insieme possiamo vincere la Champions League.

Un sogno che a Parigi cullano da anni, ma che finora ha fatto sempre rima con fallimento. Con il fuoriclasse brasiliano in campo, l'obiettivo diventa di colpo più raggiungibile. Non per tutti però: uno degli opinionisti televisivi più popolari, l'ex Barça Gary Lineker, non ha utilizzato mezzi termini per definire l'addio ai blaugrana come un "passo indietro".

Lineker non è il solo a pensarla così, ma il dado è più che mai tratto. Stavolta non sarà il Rubicone a essere attraversato, ma i Pirenei. Neanche la catena montuosa che divide la Spagna dalla Francia impedirà al campione brasiliano di lasciare il Camp Nou per gustarsi l'atmosfera del Parco dei Principi: 222 milioni di euro sono in grado di superare ogni vetta, anche la più insormontabile. Anche quella che, chi l'avrebbe mai detto, porterà uno dei giocatori più forti del mondo a lasciare il Barça per il Paris Saint-Germain.

Vota anche tu!

Con Neymar il PSG diventa il primo candidato per la Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.