Michael Bisping annuncia il match con Georges St-Pierre per UFC 217

Michael Bisping è finalmente pronto al ritorno: il campione pesi medi ha infatti annunciato il suo prossimo match, che lo vedrà fronteggiare Georges St-Pierre a UFC 217.

Michael Bisping e Georges St-Pierre

128 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

La fine di una telenovella davvero troppo sfiancante. Michael Bisping si lascia dietro i numerosissimi problemi fisici ed annuncia il suo ritorno per UFC 217, secondo evento tenuto dalla promotion più importante al mondo nel settore delle MMA al Madison Square Garden di New York. L'avversario, tuttavia, non sarà Robert Whittaker: dopo un continuo tira e molla che sembrava essere culminato con un nulla di fatto, Georges St-Pierre tenterà l'assalto alla cintura delle 185 libbre. La necessità di rispolverare la candidatura del canadese è dettata dall'infortunio occorso al neo-campione ad interim Whittaker, il quale ha rimediato una lesione di secondo grado al legamento mediale del ginocchio sinistro, causata dagli stomp kick utilizzati da Yoel Romero a UFC 213.

Paradossale come sia le parole di Dana White che quelle dello stesso Bisping si siano rivelate vane: GSP non tornerà infatti tra i pesi welter, o almeno non per il momento. E pensare che, non più tardi qualche settimana fa, il presidente UFC assicurò come il canadese fosse il prossimo contendente in linea per la cintura delle 170 libbre, subito dopo Demian Maia. Nulla di fatto però, con St-Pierre che coglie la palla al balzo e si insinua in una divisione che manca di top contenders reduci da un trend positivo - se si esclude il redivivo Weidman -.

Back to work after my birthday celebrations, with my friend and coach @82spaniard!

A post shared by Georges St-Pierre (@georgesstpierre) on

Sarà stato per tutta questa serie di fattori che UFC ha pensato bene di concedere comunque a Michael Bisping la possibilità di affrontare GSP. Come annunciato dallo stesso campione pesi medi dagli studi di FOX Sports USA infatti, l'incontro si farà. La cornice sarà quella del Madison Square Garden di New York, con UFC 217 che sancirà la seconda apparizione della massima espressione delle arti marziali miste in un luogo di culto per gli sport da combattimento. Chi trionferà affronterà con tutta probabilità l'oggi infortunato Robert Whittaker, nel match di unificazione dei titoli che metterà la parola fine sulla vicenda, terminando un periodo di confusione che si trascina ormai da troppo tempo.

UFC 217: cosa ci aspetta?

Non sappiamo ancora cosa ci troveremo di fronte nel momento esatto in cui UFC tornerà al Madison Square Garden per la seconda volta nella sua storia. Certo è che se il target sarà simile a quello del primo evento ci sarà da divertirsi: il 12 novembre scorso furono infatti ben tre gli incontri titolati, con l'aggiunta di tanti match di rilievo utili a rendere quella card la migliore di tutti i tempi. Riuscirà la proprietà a superarsi, regalandoci un evento che possa almeno avvicinarsi a quei livelli? Giusto tre mesi di tempo e lo scopriremo!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.