Off Sports: i 60 anni di Risiko, tra carri armati e battaglie a turni

Sessant'anni fa Albert Lamorisse dava alla luce La Conquete du Monde, ovvero quel grandioso gioco da tavolo che chiamiamo Risiko! Quali sono state le sue tappe evolutive?

Una copia del noto gioco da tavolo Risiko

231 condivisioni 23 commenti 0 stelle

di

Share

Preparate i fazzoletti, perché sta per arrivare un'ondata di feels. Conoscete Risiko? Fermi. La domanda è retorica: se non lo conoscete, chiudete l'articolo e inginocchiatevi sui ceci. Abbiate pazienza, ma ci risulta pressoché impossibile pensare che non abbiate giocato almeno una volta a una delle innumerevoli versioni del gioco da tavolo più famoso al mondo a tema guerra. 

Albert Lamorisse
Una fotografia d'epoca di mr. Albert Lamorisse: regista, sceneggiatore, produttore e scrittore, nonché inventore di Risk.

Nato nel lontano 1957 da un'idea di Albert Lamorisse, "La Conquete du Monde" o "Risk"- che dir si voglia - fu protagonista di un successo così ampio da toccare praticamente tutte le parti del mondo attraverso delle edizioni dedicate. Sbarcato in Italia per la prima volta nel 1968, la versione d'esordio nostrana mostrò - al pari di tante altre - alcune differenze rispetto a quella originale, come ad esempio le pedine in legno. Col passare del tempo vennero introdotti i famosi segnalini in plastica, con l'aggiunta di mitragliatori prima e bandierine poi a rappresentanza di dieci armate ciascuna. Il classico carro armato, come noto, aveva e ha ancora semplice valenza di un'armata. Il nome Risiko fu preso in prestito dall'edizione teutonica del gdt, la quale condivide tuttora lo stesso appellativo della versione tricolore. 

Due edizioni di Risiko
FutuRisiko ed S.P.Q.Risiko, due edizioni alternative del classico Risiko.

L'obiettivo del gioco è variato con il trascorrere degli anni: se nelle prime edizioni infatti lo scopo finale era quello di conquistare la totalità della mappa di gioco - rappresentata dai 42 territori raggruppati in 6 continenti, essendo l'America divisa in Nord e Sud -, nel corso del tempo si è passato al raggiungimento di un fine imposto dalle carte obiettivi. Tale cambiamento ha ampiamente modificato ciò che era Risiko in principio, accorciandone i tempi di gioco ma fornendo nel contempo una componente sorpresa che consentiva ai giocatori di studiare la strategia ritenuta più opportuna per il raggiungimento del proprio traguardo finale. Alle già menzionate carte obiettivo si aggiungono poi quelle territorio, che andranno distribuite ad ogni componente fino ad esaurimento del mazzo.

Dall'Antica Roma al presente: 60 anni di Risiko

Nel corso degli anni recenti sono state davvero tante le varianti tra le numerose edizioni di Risiko. Si passa dall'antica Roma sino al presente, con S.P.Q.Risiko e FutuRisiko. Bisogna poi considerare anche tutte le versioni digitali, tra app e versioni giocabili su pc - sia Windows che Mac -. Il successo del celeberrimo gioco da tavolo diminuisce col crescere dell'avvento videoludico, ma continua a tener botta grazie al mercato di collezionisti e nostalgici. Tuttora le vendite di Risiko - assieme a quelle di alcuni suoi stimati colleghi quali il Monopoli - continuano a viaggiare su numeri discretamente alti, mostrandosi come la perfetta cartina tornasole di una serie di generazioni che, in fin dei conti, vorrebbe non crescere mai.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.