Safe standing area, i tifosi del Liverpool sono favorevoli

In Inghilterra da tempo si discute sull'introduzione delle safe standing area negli stadi: i tifosi del Liverpool alzano la voce e reclamano il settore con i posti in piedi.

Tifosi del Liverpool ad Anfield road

243 condivisioni 3 commenti 5 stelle

di

Share

I tifosi del Liverpool si sono espressi ampiamente in favore dell'introduzione delle safe standing area ad Anfield. Quasi 18 mila tifosi hanno preso parte al sondaggio organizzato dal gruppo Spirit of Shankly, l'88% dei votanti (15,798 voti) ha scelto per la realizzazione del settore all'interno dello stadio.

Il voto online è stato accompagnato da un dibattito pubblico organizzato nel centro di Liverpool e da confronti con diversi gruppi del tifo organizzato, tra questi Hillsborough Family Support Group e Hillsborough Justice Campaigne.

Il risultato segna una svolta nella vicenda delle standing areas dopo anni di proteste e dibattiti, soprattutto per l'enorme carattere simbolico che riveste la tifoseria del Liverpool nel tema della sicurezza negli stadi, tragicamente segnata dai fatti avvenuti a Sheffield nel 1989 durante la semifinale di FA Cup contro il Nottingham Forest.

I tifosi del Liverpool favorevoli alle safe standing area

Prima del 1990 lo stadio in Inghilterra era stato vissuto allo stesso modo per quasi un secolo: tribuna principale con posti a sedere e gradinate con posti in piedi sugli altri lati del campo. La tragedia di Hillsborough sconvolse il mondo del football e provocò una dura reazione da parte del governo Thatcher, che obbligò i club di prima e seconda divisione a dotarsi di impianti con soli posti a sedere. Da allora tale norma viene rigidamente rispettata negli stadi di Premier League e Championship.

Il settore riservato ai cosiddetti posti in piedi deve necessariamente conformarsi alle normative UEFA che impongono i seggiolini in tutto lo stadio per le competizioni europee. Per rendere possibile questo la safe standing area si basa sulla tecnologia real seating: il sistema va a implementare le vecchie barriere con dei seggiolini pieghevoli (come le sedie del cinema), ogni seggiolino è quindi dotato di una ringhiera metallica alta 1m che serve da appoggio per la persona della fila posteriore.

Celtic park di Glasgow safe standing areaFC Celtic
La safe standing area del Celtic park di Glasgow nel dettaglio

I tifosi continueranno a trovare il posto con il seggiolino numerato ma potranno guardare la partita in piedi evitando le situazioni di sovraffollamento delle gradinate. La struttura è stata adottata negli impianti di Bundesliga, come in Austria, Svezia e altri paesi del nord Europa. La più conosciuta in Europa è la Südtribüne del Borussia Dortmund, un'enorme standing area da 25 mila posti in piedi che viene dotata dei seggiolini soltanto in occasione delle manifestazioni UEFA. 

Il Celtic Park di Glasgow è diventato il primo stadio britannico ad adottare la zona di sicurezza: l'esordio ufficiale è avvenuto nell'amichevole contro il Wolfsburg. Il dibattito tra i tifosi inglesi si è riacceso grazie al successo della safe standing area adottato dal Celtic e ha trovato favorevoli alcuni club di Premier League. La Football Association (FA), su richiesta di molte squadre, lo scorso inverno aveva dato l'ok per l'introduzione dei settori sicuri dedicati esclusivamente ai tifosi che vogliono seguire le partite in piedi.

Gli emissari del Manchester City dopo la decisione della FA sono volati a Glasgow per osservare da vicino la zona e trarre spunti per l'inserimento all'interno dell'Etihad. Il Tottenham si sta muovendo già in tal senso: pochi giorni fa sul web è circolata una foto del cantiere del nuovo White Hart Lane dove si intravedono i seggiolini reclinabili. L'ultima parola spetta al governo britannico che dovrà abrogare l'attuale normativa che vieta i posti in piedi negli impianti sportivi.

E in Serie A?

Il desiderio da parte dei tifosi italiani si scontra con il decreto del 18 marzo 1996 nel quale il Governo ha regolamentato i posti in piedi negli impianti sportivi escludendo gli stadi dalla possibilità di avere delle standing areas. Tutto ciò senza dimenticare che pochissimi club di Serie A possono contare su uno stadio di proprietà, e la ristrutturazione del settore non può avvenire senza il consenso e/o il lavoro da parte degli enti o dei comuni che gestiscono gli impianti.

Vota anche tu!

Saresti favorevole al Safe standing area nelle curve italiane?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.