Bayern Monaco, i tifosi non credono in Ancelotti. La Bild lo difende

Dopo la sua prima (deludente?) stagione al Bayern, Ancelotti non ha ancora conquistato i tifosi che anzi sono scettici. La Bild però lo difende categoricamente.

La Bild difende Carlo Ancelotti che viene sempre più criticato dai tifosi del Bayern Monaco

2k condivisioni 52 commenti 5 stelle

di

Share

Houston, abbiamo un problema. Anzi, ce lo hanno a Monaco. Dopo un anno Carlo Ancelotti non ha ancora conquistato i tifosi del Bayern Monaco. Sia chiaro, nessuno dubita di lui, delle sue qualità. Ha vinto talmente tanto, ha reso grandi talmente tanti giocatori che sarebbe folle farlo. Per qualcuno però non è l’uomo giusto per il club.

Il Bayern Monaco è infatti una società molto particolare. Ha l’obbligo di vincere come tutti i top club, ma i tifosi vogliono anche non si stacchi mai dalle proprie tradizioni. Dai propri simboli. Non un caso che da Hoeness a Rummenigge a Beckenbauer, la società sia sempre stata piena di leggende della squadra. Tutti nei ruoli più importanti della società.

Anche nella rosa ci dovrebbero essere quanti più bavaresi possibile. Il Bayern Monaco nel 2013 ha vinto il triplete con Lahm, Muller e Schweinsteiger. Ora è rimasto solo Thomas, che però con Ancelotti non gioca molto. Anzi, con l’acquisto di James Rodriguez rischia di avere ancora meno spazio. Carletto inoltre, per i tifosi (tedeschi), è bravissimo a vincere, ma non a plasmare. I campioni di Germania sono in pieno cambio generazionale. Non è lui l’uomo giusto per portarla avanti.

Vota anche tu!

Ancelotti farà meglio di Guardiola al Bayern Monaco?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Bayern Monaco, tifosi scettici su Ancelotti. La Bild però lo difende

Se a queste perplessità di natura tecnica ci si aggiunge il fatto che l’anno scorso il Bayern Monaco, vincendo “solo” la Bundesliga ha deluso, e che in questo precampionato ha perso (malamente) con Inter e Milan, ecco spiegato perché non tutti in Germania siano convinti di Ancelotti. A difesa di Carletto però è intervenuto Raimund Hinko, noto giornalista della Bild, che commenta i bavaresi da decenni.

Secondo Hinko non si può criticare il Bayern Monaco né tantomeno Ancelotti. Questa l’analisi del giornalista tedesco:

Caro Carletto, i tifosi sono unanimi: sei sicuramente uno degli allenatori più rinomati al mondo. Molti pensano però che non riuscirai a portare il Bayern al cambio generazionale. Molti pensano che tu non sia l’uomo giusto per formare una squadra. Io mi arrabbio sempre quando si parla dell’età (33) di Robben. Sarebbe infatti sbagliato scambiarlo con un promettente talento. Carlo, tu punterai su Robben, chiaro. E su altri giocatori esperti. Formerai alcuni giovani. Forse Kimmich, forse Tolisso. E chi pensa che tu non sia in grado di portare avanti il cambio generazionale non capisce nulla di calcio.

Hinko va poi ancor più nello specifico, analizzando nel particolare la carriera di Ancelotti:

Ti sei fatto comprare Pirlo e Kakà quando avevano 23 anni, con te sono diventati giocatori mondiali. In una finale di Champions League non ho mai visto giocare una squadra così bene come il tuo Milan, anche se poi quel giorno perdesti col Liverpool. Kimmich e Tolisso stanno per compiere 23 anni, come Kakà e Pirlo quando li hai conosciuti. È però anche importante che tu riesca a ridare fiducia a Muller. Le recenti sconfitte con Inter e Milan le supererai senza problemi. Carlo, non sei come Trapattoni che lasciò il proprio contratto sul tavolo dicendo "ich habe fertig", tu lavorerai ancora a lungo col Bayern.

Possibile, forse perfino probabile. Per questo però fra i tifosi c’è chi, restando scettico, si permette una battuta: Houston, abbiamo un problema. Anzi, ce lo hanno a Monaco.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.