Basket, Kok su pugno Gallinari: "Frustrato". E Datome posta Fight Club

L'olandese ironizza sull'azzurro: "Il mio colpo involontario, a lui è andata peggio...". Poi il capitano azzurro: "Avanti insieme". E consiglia il famoso libro...

Luigi Datome

492 condivisioni 14 commenti 3 stelle

di

Share

Il brutto episodio che ha visto coinvolto Danilo Gallinari ormai è stranoto a tutti: è in corso Olanda-Italia, siamo al secondo quarto della partita e c'è un contatto a rimbalzo in cui Jito Kok allarga il gomito centrando sul volto il cestista azzurro. Che a quel punto reagisce e, dopo essersi spintonato con l'olandese, sferra un pugno che lo colpisce dritto allo zigomo. La partita prosegue senza i due (l'Italia vincerà 66-57), mandati immediatamente sotto la doccia dall'arbitro.

La tegola però è un'altra, perché - nonostante la dinamica della colluttazione - è proprio Gallinari ad avere la peggio: frattura della base del primo metacarpo della mano destra. Circa 40 giorni di stop e quindi nessuna possibilità di recupero per gli Europei, in programma tra un mese (l'inizio a Tel Aviv il 31 agosto, la finalissima il 17 settembre). Al suo posto sarà convocato Diego Flaccadori.

Un gesto, quello di Gallinari, commentato nel giro di sole 24 ore dal Presidente della Federazione italiana Pallacanestro Gianni Petrucci, da coach Ettore Messina, dal capitano Gigi Datome e anche dallo stesso Kok, che per l'occasione ha postato una foto del volto tumefatto...

Pugno Gallinari, Kok si difende: "Il mio colpo involontario, lui frustrato..."

Jito Kok, sotto il nickname di Joopooj, racconta sul social network Reddit la sua versione dei fatti. La sua identità viene confermata proprio dallo scatto in cui appare sdraiato sul letto, con la t-shirt dell'Olanda e soprattutto con l'occhio gonfio per il gancio rimediato dal "Gallo":

Penso di averlo colpito su quel tagliafuori, ma posso assicurare che non era intenzionale e che non c’era stato nessun episodio precedente fino a quel momento. Di sicuro non sono felice di quella sbracciata, ma poi sono stato io quello a essere colpito. Mi ha preso di sorpresa, stavo per mettermi a correre verso la metà campo offensiva e ho visto arrivare un colpo. Per fortuna non mi sono fratturato lo zigomo, a lui è andata sicuramente peggio. Il loro coach se li stava mangiando vivi perché abbiamo tenuto la partita a contatto fino alla fine. Probabilmente era solo frustrato per come stava andando la gara.

Queste le sue prime dichiarazioni, a cui poi se ne sono aggiunte altre proprio per mostrare a tutti le conseguenze del duro scontro:

Contatti del genere sono cose che succedono in tutte le partite, ma questa non l’ha fatta passare. È stato un momento selvaggio, ma ehi, succede. Sono felice di esserne uscito sostanzialmente indenne. A volte l’adrenalina è talmente alta che nemmeno ti accorgi di ciò che sta accadendo: in questo momento non fa male, solo che adesso sta diventando blu. Domani a casa me lo farò guardare meglio. Un consiglio su come ricevere meglio un colpo del genere? Fate in modo di farvi picchiare da uno che notoriamente ha problemi di infortuni...

Jito Kok con la t-shirt dell'Olanda
Jito Kok mostra lo zigomo colpito dal pugno di Gallinari

Capitan Datome: "Avanti a testa alta!". Poi consiglia "Fight Club"...

Il suo commento era nell'aria, lo stavano aspettando tutti gli appassionati di basket. Da capitano della Nazionale anche Gigi Datome ha dovuto esprimersi sull'accaduto. Lo ha fatto utilizzando Facebook, un altro social network per raccogliere le sue impressioni (richieste insistentemente nei commenti), in attesa che la Federazione prenda una posizione in merito al pugno di Gallinari.

Avanti a testa alta con responsabilità, ambizione e coraggio. Uniti e compatti, c’è ancora tanto da fare ma è stato un buon raduno. So che son tante parole, ma nel mentre, almeno qui, ci stiamo mettendo anche i fatti. E dobbiamo continuare a farlo. Non ho fatto questo post per accumulare commenti su quello che è successo. Ci sono tante altre pagine, forum, bar predisposti per quello. Il mio era un messaggio propositivo per il futuro. Piangersi addosso e/o colpevolizzare lasciano il tempo che trovano e soprattutto non ci aiutano sul campo, che è il nostro compito.

Inutile ora colpevolizzare eccessivamente Gallinari, insomma. Questo il succo del suo messaggio. Un concetto, forse, ribadito più tardi con il solito post letterario. Datome, spesso e volentieri, sui suoi profili social utilizza l'hashtag "#cosaleggegigione" per consigliare i suoi followers sulle possibili letture da intraprendere. Quale quella del giorno? Fight Club" di Chuck Palahniuk. Una casualità? Probabilmente no. “Impossibile rimanere indifferenti” il commento del giocatore del Fenerbahce al testo scelto per l'occasione.

Petrucci e Messina: "Ora serve una reazione!"

Le dichiarazioni di Kok e Datome seguono quelle di Gianni Petrucci, Presidente della Federazione italiana Pallacanestro, e di coach Ettore Messina. Il primo, da uomo di sport qual è, si è detto subito dispiaciuto per quanto successo. Il basket, nella giornata della doppietta Ferrari e della vittoria di Paltrinieri, avrebbe fatto volentieri a meno di un clamore del genere:

Danilo ha compreso di aver sbagliato. Mi dispiace che in una giornata di trionfo per lo sport italiano siamo finiti sui media per un gesto non edificante di un nostro atleta. Ora sta alla squadra compattarsi per reagire positivamente.

Più netta la posizione di coach Messina, che non giustifica affatto Gallinari. Il suo gesto, con conseguente infortunio, può compromettere un appuntamento prestigioso come quello dell'imminente Europeo:

Il suo è stato un errore molto grave, lo pagheremo tutti insieme. Imparerà e la prossima volta con la maglia azzurra potrà dare un contributo migliore.

Intanto Diego Flaccadori è pronto a riunirsi agli Azzurri nonostante il problema il piede che lo avrebbe dovuto costringere ai box per il raduno di Cagliari. Il giocatore dell'Aquila Trento, tanto per rimanere in tema social, ha espresso il suo entusiasmo tramite Instagram. Alla fine, in tutta questa storia, forse è l'unico che ci ha guadagnato...

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.